Casale fa suo il derby, per Biella buon primo tempo ma non basta

0

Casale fa suo il derby con Biella (82 a 65) e si rimette in linea mentre Biella continua ad avere durante le partite dei black out che ne determinano il rendimento e la relegano nei fondali della classifica del girone verde della A2. Quella di Biella sta diventando una sorta di sindrome già manifestata in diverse partite, certo imputabile all’età della squadra e alla mancanza di esperienza
Cronaca
Squarcina manda Lugic in quintetto base, ma l’approccio alla partita di Biella non è dei migliori, Redico è immarcabile e porta avanti subito Casale, il coach laniero è poi costretto a togliere quasi subito Hawkins già a due falli dopo pochi minuti. Stessa sorte subita anche sul fronte opposto da Camarà. E’ Laganà a tenere alto il morale per la truppa biellese e a mantenere l’Edilnol in linea di galleggiamento anche se sbaglia l’ultimo tiro che consegna a Casale il più cinque alla prima sirena. Ma è una Biella pugnace quella che combatte sul parquet del Palaferraris e lo si vede alla ripresa del gioco con un Pollone super che non sbaglia nulla e in men che si dica Biella mette la freccia con un parziale di dieci a zero.
Stupisce vedere Casale non sfruttare il gioco da tre punti e forse gli ospiti non sfruttano alcune occasioni come quando Kuba mette il più sei con una tripla d’autore. Casale cerca di recuperare e si va al riposo con Biella avanti di soli tre punti. Pesano come un macigno le 13 palle perse per Biella, mentre Casale deve affinare la mira. Alla ripresa delle ostilità Casale è più determinata e mette subito in chiaro le cose, canestri a ripetizione e qualche chiamata arbitrale indispettisce Biella che si prende anche un tecnico di squadra. L’inerzia è cambiata e Laganà e compagni fanno difficoltà a rientrare, il punteggio si dilata il più nove alla fine del terzo quarto diventa meno 17 per il gruppo di Squarcina alla fine delle ostilità. Matura così un’altra battuta d’arresto in questo campionato. Redivo mvp per Casale con 25 punti seguito da Thompson con 14, mentre per Biella i migliori marcatori sono Hawkins e Laganà con 12. Se a rimbalzo Biella tiene 38 a 31, sulle palle perse invece è un vero disastro 27 per Biella contro le 15 di Casale, ecco forse la differenza sta li. Concentrazione e attenzione questo potrebbe aiutare Biella a uscire dalle secche di una classifica che comincia a preoccupare.
Novipiù Jb Monferrato vs Edilnol Biella  82 – 65 (22-17; 38- 41; 63-54)
JB Monferrato: L.Valentini 7, Redivo 25, Thompson 14, Martinoni 10, Camara 8, Cappelletti ne, F.Valentini, Giombini, Tomasini 7, Donzelli 11, Sirchia, Lomele ne. All.: Mattia Ferrari
Edilnol Pallacanestro Biella: Laganà 12, Miaschi 11, Pollone 8, Hawkins 12, Wojciechowski 7, Bertetti 5, Lugic 6, Barbante 2, Berdini ne, Vincini, Moretti 2. All.: Iacopo Squarcina
Tiri Liberi Casale 9/12 Biella 14/19
Rimbalzi Casale 31 Biella 38
Palle perse Casale 15 Biella 27

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here