EuroLega, 4ª giornata: Campazzo illumina, Llull è letale! Questo Real Madrid è ingiocabile anche per l’Olimpia Milano

0
EuroLega Olimpia Milano
Olimpia Milano Twitter

Real Madrid e Olimpia Milano si affrontano nella quarta giornata di EuroLega, la seconda partita della settimana in doppio turno molto impegnativo per le due squadre, in particolare per l’Olimpia dopo la vittoria sull’Olympiacos.

QUINTETTO REAL MADRID: Campazzo, Musa, Deck, Yabusele, Tavares.

QUINTETTO OLIMPIA MILANO: Pangos, Shields, Mirotic, Voigtmann, Melli.

Il Real Madrid inizia subito con il duo Campazzo – Deck sugli scudi, con i due giocatori che dimostrano di conoscersi e trovarsi ad occhi chiusi. L’Olimpia però non si fa spaventare e gioca molto bene sin dall’inizio, con una difesa di livello e ottime soluzioni in attacco. Il grande ex Mirotic segna e non forza nel suo inizio ben aiutato da Shields e compagni. Campazzo smista assist a volontà, già a quota 5 dopo 10 minuti ma il finale è marcato Olimpia. Il Madrid si carica di falli con Tavares e Poirier e gli uomini di Messina sono bravi a sfruttare le occasioni che si sono presentate. +6 Olimpia dopo 10 minuti.

L’Olimpia Milano entra in campo molto bene nel secondo quarto, giocando la sua pallacanestro. Il Real Madrid soffre, si innervosisce e prende alcuni tecnici in polemica con l’arbitraggio. Mirotic subisce un trattamento da “ex” e superstar, più volte colpito duro dalla difesa madrilena ma gioca un ottimo primo tempo. Il Real Madrid tocca anche il -7 ma la scossa arriva da un veterano dalla panchina, Sergio Llull. Il giocatore che ha deciso l’ultima EuroLega si prende responsabilità in attacco, segna con costanza ed è proprio una mandarina, suo caratteristico tiro da 3 sulla sirena, che vale il 42-42 all’intervallo lungo.

Il terzo quarto vede il Real Madrid partire forte con un Facundo Campazzo dominante in questo terza frazione. L’argentino accelera, alza i ritmi alternando assist e punti con grande facilità. Prima Campazzo, poi Llull provano a far scappare il Real Madrid con un’altra spinta dalla panchina che arriva dal veterano spagnolo. Milano però con le unghie e con i denti resta aggrappata alla partita, dipendente dalla coppia Shields-Mirotic in fase offensiva. +6 Real Madrid a 10 minuti dal termine.

L’ultimo quarto parte nuovamente con un Madrid a mille all’ora. I Campioni d’Europa in carica alzano i ritmi, anche con Campazzo in panchina e piazza un super parziale con Llull che bombarda da 3 punti la difesa milanese. 13-2 a 5 minuti dal termine per il vantaggio che arriva a quota 18 per il Real Madrid. L’Olimpia non ce la fa più, alza bandiera bianca e complice anche un pò di stanchezza dopo la partita contro l’Olympiacos molla nel finale, con la panchina in campo e qualche minuto in più di riposo ai titolari. Il Real Madrid vince e si conferma una macchina da guerra in questo momento della stagione in EuroLega anche per l’Olimpia Milano.

REAL MADRID – OLIMPIA MILANO 88-71 (19-25, 23-17, 25-19, 21-10)

MVP BasketInside: F.Campazzo

REAL MADRID: Llull 19, Hezonja 13, Campazzo 12 (10 assist), Poirier 9, Deck 8, Tavares 8, Musa 6, Rodriguez 5, Fernandez 3, Yabusele 3, Ndiaye 2.

OLIMPIA MILANO: Shields 16, Mirotic 13, Hall 9, Pangos 9, Voigtmann 9, Flaccadori 5, Poythress 4, Hines 2, Kamagate 2, Tonut 2, Melli, Ricci.