La fiction internazionale Sport Crime girerà a Torino un episodio sul basket

Un thriller sportivo. L’ombra del doping, l’importanza di un’alimentazione corretta e il ruolo dello Sport come strumento di integrazione per i disabili: questi i principali messaggi proposti da “Roots”, episodio ambientato a Torino e dedicato al basket della serie TV internazionale “Sport Crime”.

di Fabio Gentile

Esattamente quanto “Nutrizione in Campo” condivide e si propone di trasmettere sin dal lancio del Progetto nel 2015, accanto alla propria missione principale: portare all’attenzione di sportivi e non, l’importanza della corretta alimentazione in ambito sportivo, quale strumento per garantire una buona performance sportiva, a partire da un buono stato di salute generale.

 Da questa condivisione di principi e valori nasce la partnership tra “Nutrizione in Campo” e Blullow, la casa di produzione della Sport Fiction “Sport Crime”, per l’episodio torinese “Roots”, con la produzione esecutiva di Adrama, casa di produzione cinematografica di Torino; partnership che si esplica attraverso:

  • il coinvolgimento dello staff medico “Nutrizione in Campo”, coordinato dalla Dott.ssa Felicina Biorci, per scene di backstage dedicate all’acquisizione di dati biologici necessari a definire l’equilibrio a livello nutrizionale degli sportivi; la realizzazione di video ed interviste relativi all’attività di nutrizionisti e medici sportivi offrirà, quindi, lo spunto per enfatizzare l’importanza della corretta alimentazione in ambito sportivo, in contrasto con il tema del doping dell’episodio
  • il coinvolgimento della squadra locale “ASD PMT – PALLACANESTRO MONCALIERI TORINO” per le riprese di una partita di basket in carrozzina a cui parteciperanno i personaggi intepretati da Daniela Scalia e Luca Tramontin e che dimostreranno sul parquet delle performance non altrimenti realizzabili giocando “in piedi”; contesto, questo, finalizzato a veicolare il messaggio dello Sport come strumento di integrazione tra figure di diversa estrazione ed esperienza – campioni, non professionisti e disabili – in una realtà (quella degli sport “para-” aperti anche ai “normoabili”) altamente formativa per tutti.
  • tramite “Nutrizione in Campo” sono state coinvolte nelle riprese di 3vs3le giocatrici Clara Salvini ed Alice Quarta della FIXI PIRAMIS TORINO , la squadra locale di serie A femminile di basket, grazie alla disponibilità della Società Pallacanestro Torino e del suo Presidente, Giovanni Garrone
  • queste figure si aggiungeranno agli interpreti già previsti dal cast, tra cui Dimitri Lauwers (cestista professionista, detentore del record di tiri da 3) nel ruolo dello shooting coach Dr. Swish, Luca Tramontin (ex rugbista a 15, giornalista e autore televisivo, oltre a cofounder Blullow) nel ruolo di Dabs, Andrea Zirio (attore e produttore esecutivo Adrama) ed Andrea De Beni, cestista disabile torinese sempre entusiasta nell’abbattere barriere e nel condividere il messaggio di una felice integrazione sportiva delle persone con disabilità.

La serie:

Sport Crime è la prima serie internazionale a mettere lo Sport al centro delle trame di una fiction in cui thriller, suspence, humour e musica rock si mescolano con l’adrenalina di vere scene sportive.

Sport Crime inaugura quindi un nuovo genere, mixando fiction e sport, due “mercati” in continua crescita che catturano l’interesse di un’audience sempre più vasta, maschile/femminile, adolescente/adulta. La serie racconta le vicende dell’agenzia Seams di Lugano che ufficialmente offre consulenze sportive a 360° ma che con discrezione indaga in casi in cui un’atleta, una squadra e in generale i valori dello sport sono in pericolo. La missione della Seams è quella di difendere i valori dello sport. Oltre al tema, che porta lo spettatore dentro al fascino e alle dinamiche non altrimenti accessibili agli spettatori del mondo dello sport, l’originalità della serie sta anche nel fatto di coinvolgere veri atleti per le parti sportive, abbinandoli sul set ad attori internazionali.

Questa originalità ha destato l’attenzione del mercato internazionale con lettere d’interesse da parte di broadcaster, distributori e produttori dalla Germania all’Argentina alla Svizzera.

GLI AUTORI: L’idea è di Daniela Scalia e Luca Tramontin, atleti, allenatori, giornalisti,

commentatori e autori della serie, anticipata nei suoi temi dal film “The Legacy Run” con Nino Castelnuovo, già trasmesso in Italia e in Svizzera e in distribuzione internazionale attraverso un distributore tedesco.

L’EPISODIO DI TORINO: L’episodio ambientato a Torino, “Roots“, verrà girato dal 3 al 14 luglio, con la regia di Federico Alotto e la produzione esecutiva di Adrama, casa di produzione cinematografica torinese che ha recentemente realizzato il film internazionale Ulysses – A Dark Odyssey.

Del cast di Ulysses sono presenti anche in Sport Crime Andrea Zirio e Jessica Polsky.

Le scene sportive verranno girate nella prima settimana di Luglio al PalaCollegno (Collegno, TO); il resto dello shooting esalterà alcune delle più belle location di Torino, con una tappa anche al Memoriale del Grande Torino a Superga e un omaggio a “Profondo Rosso“.

Gabriella Bisci

Nutrizione in Campo
Nutrizione in campo

Sport Crime

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy