Serie B – Il punto dopo la 7a giornata

0
Valerio Amoroso decisivo nella vittoria di Roseto contro NPC Rieti (Girone C)

Gemini Mestre e Lions Basket Bisceglie rimangono le uniche imbattute nella Serie B Old Wild West dopo la 7a giornata andata in scena nel week end del 13-14 novembre. La Meta Formia detiene la maglia nera del campionato essendo tutt’ora l’unica squadra senza vittorie.

GIRONE A. Terzetto al comando della classifica con 12. San Miniato e Vigevano ripartono dopo aver conosciuto la prima sconfitta stagionale e sono in testa con Omegna che arriva alla 4a vittoria consecutiva (serie aperta attualmente più lunga del girone). La La Patrie Etrusca vince sul proprio campo contro la Libertas Livorno (85-72) e mantiene l’imbattibilità casalinga. Stessa sorte per l’Elachem di coach Piazza che mantiene inviolato il PalaBasletta battendo Pavia (82-58) nel big match di giornata. In testa resiste anche la Paffoni che fa suo il match giocato in casa della Sangiorgese, il più equilibrato della giornata (73-74). Staccato di due punti dalla vetta c’è un altro terzetto composto da Legnano, Langhe Roerio e Pavia. Seconda sconfitta consecutiva, la prima nel suo PalaBorsani, per la 3G Eletronics che si lascia sorprendere da Piombino (90-99). Secondo stop di fila per i piemontesi della S.Bernardo Abet, sconfitti 79-63 nell’anticipo di sabato a Firenze. Pavia cade a Vigevano e interrompe la sua striscia positiva che durava da 3 giornate. Con 8 punti c’è la Libertas Livorno, altra squadra che dopo un tris di vittorie inciampa. A quota 6 sale la Robur et Fides Varese che vince la sua terza partita nelle ultime 4 uscite andando a fare il colpo in casa del College Borgomanero (92-94). A braccetto con i varesini c’è anche l’USE Empoli che ottiene il suo primo successo in trasferta stagionale con il 55-65 sul parquet dell’Oleggio, al 4°k.o. di seguito, che è una delle 6 squadre a stazionare nella parte bassa della classifica con 4 punti. Squali raggiunti da Cecina che smette di perdere dopo 3 turni superando la Pielle Livorno (67-60) che riassapora l’amaro della sconfitta dopo un doppio turno casalingo vincente. Seconda sconfitta stagionale per la Sangiorgese, raggiunta da Piombino (che ha conquistato i suoi 4 punti in classifica tutti in trasferta) e Firenze per la quale la vittoria contro Langhe Roerio è il primo sorriso interno. Nel prossimo turno fari puntati sulle sfide al vertice Pavia-S.Miniato e Legnano-Vigevano.

GIRONE B. Non conosce davvero ostacoli la marcia di questo inizio stagione della Gemini Mestre. Vittoria nr.7 su altrettante uscite, la 4a in trasferta, per i veneti di coach Ferraboschi che sbancano anche il PalaRavasio di Olginate (59-64). Per i lombardi 2a sconfitta casalinga della stagione dopo quella dell’esordio contro Bergamo. Tiene il passo della capolista la Gesteco Cividale. Quinta vittoria di fila per il team di Pillastrini che passa a Lumezzane (53-73) rimediando anche il 3°successo esterno. Quattro squadre insidiano le prime posizioni con i loro 10 punti, a -4 dalla vetta. La Rucker Sanve ritrova il sorriso al PalaSaccon battendo Bernareggio (74-58). Sale anche Fiorenzuola che a Crema coglie la sua 4a vittoria nelle ultime 5 gare (75-79), così come Bergamo che riscopre il gusto dei due punti in casa battendo Desio (85-63). Con 10 punti c’è anche la Ju.Vi Cremona che batte al PalaRadi Vicenza, si riscatta dal k.o di Cividale e si porta a casa la 5a vittoria nelle ultime 6 partite giocate (77-52). Vicenza fermo a 8 punti dopo la sconfitta che mette fine a un mini-ciclo vincente che durava da due giornate. La parte destra della classifica è aperta dal terzetto di squadre con 6 punti. Monfalcone si riprende dopo la scoppola contro Mestre e va a vincere a Jesolo di 30 punti (42-72) raggiungendo proprio la Sacis che continua il suo trend piuttosto singolare: solo vittorie in trasferta e tutti k.o in casa. La terza squadra con 6 punti è Olginate che non riesce a trovare continuità nel proprio cammino. Crema e Virtus Padova inseguono con 4 punti. Continua la crisi della squadra di Ghizzinardi che perde da 5 giornate dopo il k.o interno contro Fiorenzuola. I padovani conquistano due punti importanti sul campo del Bologna (78-94). Per la squadra di Riccardo De Nicolao è la prima vittoria in trasferta di questo campionato. A dividersi l’ultimo posto in classifica con soli 2 punti il terzetto formato da Bologna, Lumezzane e Bernareggio. I felsinei sono alla 4a battuta d’arresto di fila, la matricola lombarda non vince da tre turni, mentre Bernareggio non ha mai vinto fuori casa (0-4) e allunga la serie no a tre partite. L’ottava giornata vede tra le sfide più interessanti quella tra Rucker Sanve e Cividale, mentre la capolista Mestre torna a giocare in casa ospitando Crema.

GIRONE C. Si sfalda il plotone in testa. Con 12 punti, a guardare tutti dall’alto, rimangono Roseto e Imola. La Liofilchem di coach Quaglia vince il big match di giornata del PalaMaggetti contro la NPC Rieti (75-60). Gli abruzzesi rimangono imbattuti in casa e allungano la serie positiva a 4 turni. Imola continua a macinare gioco e avversari. Vittoria di fila numero 5 per l’Andrea Costa che supera anche l’ostacolo Giulianova (74-65). Dietro alla coppia di testa c’è un terzetto con 10 punti. La Real Sebastiani Rieti perde nel giorno del suo esordio sul campo di Valmontone, sua nuova sede per le partite interne, cedendo di strettissima misura a Faenza (63-64). Va k.o anche l’altra reatina, la NPC, sconfitta a Roseto. La coppia sabina perde la testa e viene raggiunta da Ancona che fa suo il derby contro Jesi (92-66) vincendo la 5a partita nelle ultime 6 e mantenendo inviolato il proprio parquet (4-0). Tre squadre si sistemano alle spalle delle prime 5 a quota 8. Rimini vince al PalaFlaminio contro Ozzano (76-62), si riscatta dal k.o di Roseto e si rimette a correre con un partita da recuperare. La Sinermatic si ferma dopo un doppio turno favorevole. Con 4 vittorie (arrivate nelle ultime 5 giornate) c’è anche Senigallia che vince il derby marchigiano di Civitanova (54-59). Faenza, Cesena e Teramo inseguono con 6 punti accomunate dalle contemporanee vittorie. Seconda affermazione consecutiva lontana dal PalaCattani per la Raggisolaris che fa il colpo a Valmontone. I Tigers non hanno problema contro la Sutor Montegranaro (85-52) e fermano la serie negativa che durava da tre domeniche. Teramo vince di rimonta al supplementare contro la Luiss e porta a due la serie di successi di fila al PalaScapriano. Quinto k.o. di seguito per Giulianova che rimane con i 4 punti con cui aveva iniziato le prime due giornate di campionato. Con 3 punti (e una partita in meno) c’è Jesi che ha fatto esordire sulla sua panchina il neo coach Francioni subentrato in settimana a Meneguzzo. Chiude la classifica il tris formato dalla Sutor Montegranaro (3a sconfitta di fila), Civitanova (5°k.o. consecutivo) e Luiss Roma (sconfitta di seguito numero 4). Nel prossimo turno su tutte la sfida Imola-Rimini.

GIRONE D. Settima perla stagionale per i Lions Bisceglie che vincono senza troppi problemi in casa del fanalino di coda Formia (44-78) e continuano la marcia spediti in testa alla classifica. Dietro rimane a inseguire sempre con 4 punti di distacco la Fortitudo Agrigento che vince in casa contro Avellino (72-56) per la sua 4a affermazione di fila. Alle spalle delle prime due è completa bagarre con ben otto formazioni appaiate a quota 8 punti. Tra queste c’è Torrenova che per la seconda domenica di fila ha rinviato il proprio impegno, dopo quello con Cassino è toccato al match contro Ruvo, per via della quarantena fiduciaria che ha bloccato momentaneamente il gruppo squadra. Taranto vince la sua 2a partita fuori casa in questa stagione passando sul parquet del Forio (80-84). Isolani agganciati a 8 punti, per loro arriva la 2a sconfitta interna dell’anno. Ragusa vince contro Cassino (90-66) continuando la sua serie alternata fatta di sconfitte e vittorie. Salerno vince il derby contro S.Antimo (71-57) ottenendo il 4°hurra nelle ultime 5 settimane. Seconda sconfitta di fila per Pozzuoli che viene fermato sul proprio campo da Monopoli (78-63) e rallenta la sua corsa con la terza sconfitta nelle ultime 4. Chiude il plotone delle squadre a 8 punti la Viola Reggio Calabria protagonista della sua seconda vittoria esterna stagionale in quel di Molfetta (69-74). I molfettani e Ruvo hanno sei punti. Per la Pavimaro 4°k.o. nelle ultime 5 sfide giocate. Dopo il rinvio contro Torrenova, Cassino perde la sua seconda gara in trasferta e rimane con 4 punti in classifica alla pari di Monopoli al suo primo colpo esterno in campionato che arriva dopo 5 insuccessi uno di seguito all’altro. Con 2 punti al penultimo gradino rimane Avellino. Sconfitta consecutiva numero 5 per gli irpini che sembrano non aver avuto lo scossone sperato con il cambio dell’allenatore e l’arrivo in panchina di coach Benedetto. A chiudere il Girone D c’è lo zero di Formia. Nel prossimo turno la capolista Bisceglie riceve Forio, Agrigento va in trasferta a Reggio Calabria.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here