Cantù – Bologna, le pagelle: bene le due W nere, ma Aradori tiene il Pianella inviolato

0

ACQUA VITASNELLA CANTUABASS: nelle ultime apparizioni si è trasformato nel sesto uomo della squadra, in attesa di un Gentile pienamente recuperato, e anche oggi conferma il suo trend positivo chiudendo con 12 punti e due rimbalzi, 7 UTER: eredita da Buva il confronto con Ebi e spesso lo vince, anche in palleggio; non viene molto servito dai compagni e per questo motivo si ferma solo a 6 punti, ma di fondamentale importanza il suo contributo a rimbalzo, 6 RULLO: brutta prestazione del numero 9, che non riesce ad entrare nel vivo del match nonostante un buon minutaggio, 5 LEUNEN: serata in sordina del capitano, che gioca pochi minuti e realizza soli 2 punti; Sacripanti lo tiene a riposo in attesa di prestazioni convincenti nella serie contro Roma, 5.5 JENKINS: parte scatenato realizzando i primi 4 punti della sua squadra, poi subisce al pari dei compagni il blackout che permette il 13-0 firmato Bologna; ad inizio del secondo quarto è però lui a suonare la carica della rimonta, ed è sempre lui a firmare ogni allungo canturino, 6.5 BUVA: finalmente una prestazione “concreta” sotto il punto di vista realizzativo ma da Ivan “Il terribile” ci si aspetta di più, soprattutto dal punto di vista tattico, 6 CESANA: sv MARCONATO: sv RAGLAND: come riferirà Sacripanti a fine partita, il suo impiego è stato condizionato da problemi fisici accorsi durante il primo quarto; a pochi minuti dalla fine si accorge di essere ancora in singola cifra e così in un amen, con due penetrazioni delle sue, manda Cantù a più otto e chiude i conti poco dopo; in compenso realizza 4 assist per i compagni, 6.5 ARADORI: a fine primo quarto sembrava potesse non essere la sua partita, con poche realizzazioni e tutte in contropiede, ma quando Cantù inizia a soffrire andando anche sotto con il punteggio, inizia a segnare da ogni posizione, concludendo l’incontro a quota 24, a sole 10 lunghezze dai primi 1000 punti in Serie A, 7 CUSIN: all’inizio soffre terribilmente l’atletismo di Jordan, non riuscendo minimamente a contenerlo, e per questo viene sostituito con Uter, ma si dimostra una montagna invalicabile nei momenti topici dell’ultimo quarto, catturando la maggior parte dei suoi 7 rimbalzi e recuperando 3 palloni, 6.5 GENTILE: minutaggio ristretto questa sera, condizionato da una forma fisica non proprio invidiabile come sottolinea il suo allenatore; ora ha tutto il tempo per recuperare in attesa della serie con Roma che si preannuncia infuocata sulla linea degli esterni, 5.5   GRANAROLO BOLOGNA GADDEFORS: protagonista dei suoi nel primo quarto, quando consolida il vantaggio bianconero su Cantù, sparisce statisticamente nel resto dell’incontro, marcato ottimamente dagli esterni di Sacripanti, 6 TASSINARI: sv MOTUM: realizza la tripla che tiene Bologna a sole due lunghezze da Cantù nell’ultimo periodo, per il resto due stoppate e nient’altro, 5.5 FONTECCHIO: in 32 minuti passati sul legno di fa notare solo per la tripla che permette a Bologna di chiudere il primo quarto in vantaggio di cinque punti, il resto è totale anonimato, 5 GUAZZALOCA: sv NEGRI: sv GAZZOTTI: sv JORDAN: è il giocatore che riesce a creare più grattacapi dalla difesa canturina, impensierendo Cusin al punto tale di costringere Sacripanti a sostituirlo, ma nonostante questo il suo contributo a rimbalzi è quasi nullo, 6 PECHACEK: sv WARREN: è l’ultimo a crederci e a non mollare deui suoi compagni, al punto che tiene vicine le due squadre fino a tre minuti dalla sirena con 17 punti e 5 assist, ma pesano molto sul risultato finale le 5 triple sbagliate e le altrettante palle perse che gli costano il peggior +/- della serata (-18), 6.5 WALSH: aiuta Warren a tenere a galla la barca bolognese segnando tanto e catturando ben 10 rimbalzi (9 difensivi), ma come per il compagno peccano I tanti tentativi dall’arco sbagliati, 6.5 EBI: appassionanti le sfide in post con Buva e Uter, per il resto non incide sul match come ci si sarebbe aspettato, 5.5