Fiat Torino, varata la linea giovane sugli italiani: vicini gli accordi con Bortolani e Anumba

Fiat Torino, varata la linea giovane sugli italiani: vicini gli accordi con Bortolani e Anumba

La società piemontese è al lavoro per costruire il gruppo degli italiani della prossima stagione: grande spazio ad alcuni giovani promettenti.

di La Redazione

Giorni di grande lavoro in casa Fiat Torino: la dirigenza vuole completare il pacchetto degli italiani che faranno parte del roster della prossima stagione prima di concentrarsi sul mercato degli stranieri. In questo senso l’edizione odierna di Tuttosport riferisce che la squadra piemontese, dopo avere chiuso l’accordo con Marco Cusin, ha individuato i due giovani che completeranno il roster a disposizione di Larry Brown: si tratta di Giordano Bortolani, guardia classe 2000 che Paolo Galbiati conosce bene avendolo allenato nelle giovanili dell’Olimpia Milano, reduce da una stagione a Bernareggio con alcune partite disputate nel roster di Simone Pianigiani, e di Simon Junior Anumba, classe ’96, cresciuto nelle giovanili di Reggio Emilia prima delle esperienze a Manchester e Battipaglia.

Saranno loro due gli ultimi tasselli sul fronte italiani, già forte di Poeta, Okeke e Cusin: mancherebbe dunque solo un italiano per raggiungere la quota di 6 richiesta dalla nuova formula (6+6) introdotta a partire dalla stagione che prenderà il via a settembre. Per questo motivo la società è in trattativa con Carlos Delfino, che ha già avuto alcuni contatti con Larry Brown riguardo l’ipotesi di un suo ritorno in Italia, e attende gli sviluppi sui fronti Abass e Fontecchio. In questo caso, potrebbero essere anche sette gli italiani a disposizione del coach americano nella prossima stagione.

Per quanto riguarda il mercato straniero, è stato fatto un sondaggio con Royce White, talento scelto dai Rockets al Draft del 2012 che ha un carattere molto particolare: nell’ultima stagione in Canada è stato squalificato per 11 partite. Secondo Tuttosport la Fiat non affonderà il colpo su White perché i dirigenti lo considerano un investimento troppo rischioso da eseguire: in attesa che il mercato di Torino entri nel vivo, è stata varata la linea giovane sul fronte italiani.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy