Hunter e Binetti: nuovi acquisti biancoblu

0

Due pedine importanti consegnate dalla società del presidente Stefano Sardara allo scacchiere dicoach Meo Sacchetti, che potrà ora disporre di un nuovo centro dopo la partenza di KeithBenson e di una alternativa in più in cabina di regia e sul perimetro da affiancare alle già validesoluzioni disponibili. L’annuncio ufficiale con annessa presentazione dei due giocatori è arrivatooggi ad opera del direttore sportivo Federico Pasquini nel corso della conferenza stampaappositamente organizzata al palazzetto. Dopo i tre giorni di allenamento svolti in prova la scorsasettimana, Steven Hunter da questo pomeriggio è ufficialmente un giocatore della DinamoBanco di Sardegna e comincerà a lavorare con i nuovi compagni. Così sarà anche per “Tony”Binetti, che già da un paio di settimane, con l’assenso della società e dello staff, si allenava alPalaSerradimigni per farsi trovare pronto ad una eventuale chiamata.

Il diesse Federico Pasquini: «Abbiamo scelto di cambiare ed intervenire sul roster in unmomento in cui non ci sono pressioni e potevamo mettere a segno operazioni importanti. StevenHunter e Tony Binetti sono elementi validi ed hanno sin da subito mostrato una forte volontà diessere parte del progetto e di fare parte del gruppo. L’aspetto motivazionale è molto importante,siamo convinti di aver fatto le giuste scelte. Siamo in attesa di risposte ma i tempi legati altesseramento sono stati rispettati ed entrambi partiranno con la squadra per Avellino». StevenHunter: «Sono rimasto colpito dall’ambiente, dal calore del pubblico, dall’atteggiamento deicompagni che da subito mi hanno integrato nel gruppo. Cosa mi aspetto? Basketball is basketballeverywhere – sorride -. Ho esperienza, ho voglia, posso fare la mia parte in difesa e dare il miocontributo in attacco. Ho da lavorare ma già ad Avellino proverò a dare una mano». TonyBinetti: «Sono molto contento di essere tornato a Sassari, mi sento a casa qui, conosco tutti, lostaff, i giocatori, le gente. Sono convinto che questa Dinamo sia una delle migliori squadre dellalega: ci sono i due Diener, ora Hunter, un gruppo italiano solido. Questa è un’altra sfida rispettoalla Legadue, voglio farmi trovare pronto».