Marco Belinelli: “Teodosic decisivo nella mia scelta. Obiettivo? Non ho mai vinto l’EuroLega…”

La guardia italiana parla della sua scelta di tornare in Italia con la Virtus Bologna e delle sue motivazioni.

di Matteo Andreani, @matty_vanpersie

Marco Belinelli alla Virtus Bologna è stato un vero e proprio terremoto in Serie A e non solo. L’italiano è tornato in Italia dopo 13 anni di NBA. Belinelli ha rilasciato un’intervista alla Gazzetta, in cui spiega i motivi della sua scelta.

“Ho deciso da poche ore, tutto in estrema fretta. Io voglio giocare, essere protagonista. Quando non ho visto le offerte NBA che avrei voluto, ho cominciato a guardarmi attorno e capire quale potesse essere il mio futuro. Si è presentata questa possibilità e l’ho colta: sono molto contento di iniziare questo progetto con la Virtus Bologna.”

Sulla Virtus:

“La presenza di Milos Teodosic mi ha aiutato nella scelta. E’ una bella favola tornare a Bologna. Ho iniziato nelle giovanili della Virtus, ho esordito con loro. Poi la squadra purtroppo è fallita e ho cambiato. Torno in una grande organizzazione, in cui vedo persone cariche per fare bene e vincere. È questo che mi ha spinto a scegliere la Virtus”

Sulla NBA:

“Vado via dopo aver vinto tutto. Tredici anni sono tanti, soprattutto per una guardia. Ho fatto tanti sacrifici, poi alla fine ho vinto il titolo, la gara da 3 all’All Star Game, ho vissuto emozioni a Chicago e Philadelphia, passato anni belli con New Orleans in cui per la prima volta mi sono sentito un giocatore NBA e me ne vado con tanti ricordi e tutti positivi: negli Usa sono cresciuto, sia come giocatore che come uomo.”

Sugli obiettivi:

“Non ho mai vinto l’EuroLega, ho vinto un grande scudetto con la Fortitudo di cui vado fiero. È il momento di inseguirne di nuovi.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy