Milano rilancia per James, esclude un ritorno di Hackett e pensa a Tanjevic

Milano rilancia per James, esclude un ritorno di Hackett e pensa a Tanjevic

L’Olimpia continua a guardarsi attorno il più possibile, soprattutto per cercare un play e aggiungere allo staff tecnico una figura adatta allo sviluppo dei giovani

di Stefano Bartolotta

Le voci di mercato che andavano avanti da mesi si stanno tute rivelando veritiere per l’Olimpia Milano, e allora è evidente che, dal punto di vista del roster, la questione su cui si deve lavorare di più è quella del playmaker titolare. In cima alla lista dei desideri c’è sempre Mike James, che, secondo quanto riportato da Spicchi d’Arancia, ha ricevuto una nuova offerta dalla società meneghina, aumentata del 15% rispetto alla precedente. I problemi, però, sarebbero due: il primo è che il Maccabi offre ancora di più, e il secondo è che la prima scelta del giocatore sarebbe rimanere al Panathinaikos, e per questo motivo, James sarebbe in attesa dell’offerta da parte del club ateniese.

A questo punto, Milano è costretta a cercarsi delle alternative. Una di esse non sarà rappresentata dal ritorno di Daniel Hackett, il quale, sempre secondo Spicchi d’Arancia, eserciterà la Euroleague Escape presente nel proprio contratto con il Bamberg, ma non rientra tra gli obiettivi milanesi. Il CSKA sarebbe favorito per assicurarsi i servizi del play italiano.

Infine, c’è sempre l’idea di inserire nello staff tecnico una figura dedicata espressamente allo sviluppo dei giocatori più giovani. In mancanza di una risposta dalla prima scelta Andrea Capobianco, l’ultima suggestione, ancora secondo Spicchi d’Arancia, sarebbe Boscia Tanjevic, attualmente direttore tecnico FIP e nome che evoca dolci ricordi per i tifosi milanesi, grazie alla trionfale stagione 1995-96 culminata con la vittoria di scudetto e Coppa Italia e caratterizzata anche dalla fine del percorso di sviluppo del talento di Dejan Bodiroga.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy