Sidigas, a stagione finita torna ad impazzare il mercato: il punto della situazione

0

Tempo di offseason per la Scandone Avellino, che, dopo l’eliminazione dai Playoff per mano di Venezia, pensa già alla prossima stagione con i consueti nodi da sciogliere tra conferme, partenze e nuovi acquisti. Il DS Alberani, confermatissimo, come da contratto, insieme a coach Sacripanti, è già all’opera per mettere su la squadra del prossimo campionato di Serie A.

Le priorità al momento sono due: risolvere la questione italiani ed il rinnovo dei pezzi pregiati, a cominciare da Joe Ragland, che, dopo una stagione così, verosimilmente avrà molte più contendenti rispetto all’estate scorsa. Come detto, sarà fondamentale costruire un nucleo importante di italiani, del quale quasi sicuramente farà parte Andrea Zerini, vicinissimo alla riconferma in biancoverde, oltre al gregario Parlato. Si sondano diversi profili sparsi nel panorama nazionale, tra cui quello di Andrea De Nicolao, play in uscita da Reggio Emilia, senza dimenticare, sempre per lo spot di 1, le piste che portano a Matteo Imbrò e Michele Ruzzier, quest’anno protagonisti in A2, rispettivamente a Ferentino e Bologna, sponda Fortitudo.

Per quanto riguarda la situazione di Kyrylo Fesenko, essa ad oggi appare abbastanza intricata, vista l’importanza anche a livello europeo di un giocatore tornato ad esprimersi ad alti livelli dopo qualche periodo di flessione. La Sidigas in ogni caso intavolerà un discorso con il centro ucraino, così come con Shawn Jones, ala/centro che, nonostante sia arrivata nel finale di stagione, ha figurato tanto bene da meritarsi la stima del duo Alberani-Sacripanti: per aspirare ad un nuovo matrimonio con lo statunitense, bisognerà parlare con l’Hapoel Gerusalemme, attuale detentrice del suo cartellino.

Sul fronte rookie, il trio ThomasRandolphObasohan non ha del tutto convinto gli addetti ai lavori della Scandone, dopo un’annata di alti e bassi. Probabilmente quello che ha più probabilità di permanenza in irpinia è Thomas, con Randolph e Obasohan che sarebbero già pronti a fare le valigie.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here