Trainotti: obiettivo è tenere Triche ed Elder

0


Come tutti gli anni, nelle prime settimane di luglio, ha inizio la Summer League dell’NBA, una manifestazione con sede in diverse città americane in cui ogni franchigia della Lega più famosa del mondo testa i propri papabili giocatori del futuro. Questo evento cestistico mondiale è famoso per essere il vero ricettacolo di tutti i General Manager del mondo; è dunque qui infatti che coloro che cercano di scovare nuovi talenti trovano pane per i propri denti, e in una selva di manager e di veri intenditori cestistici solo in pochi riescano a fare le fortune della propria squadra a basso prezzo. Ed è proprio con questo spirito che ieri mattina il GM dell’Aquila Basket Trento, Salvatore Trainotti, ha preso un aereo con destinazione Orlando, la megalopoli della Florida in cui si terrà una prima serie di importanti partite. L’11 luglio avrà invece inizio la seconda parte della campagna d’America, in quel giorno Trainotti si trasferirà infatti in compagnia di Coach Buscaglia a Las Vegas, laddove il binomio bianconero visionerà un’altra trentina di partite in soli dieci giorni.
Bisognerà quindi calibrare attentamente ogni singola mossa di mercato, cattive valutazioni in fasi di campagna acquisti potrebbero compromettere un’intera stagione e di ciò Trainotti, da vera vecchia volpe delle trattative, ne è ben conscio, al punto di ribadirlo a chiare parole: “In queste due settimane si sceglieranno i giocatori su cui si dovrà fondare un’intero anno sportivo. Abbiamo già qualche idea in testa ma realizzarle è sempre una cosa difficile, cerchermo cinque giocatori che possano amalgamarsi alla perfezione agli altri componenti della rosa con cui abbiamo già sottoscritto un nuovo contratto. Non cerchiamo i fenomeni, che peraltro saranno irraggiungibili, ma giocatori e soprattutto persone che saranno in grado di farci crescere come squadra.” Incalzato sui possibili e papabili nomi degli obiettivi di mercato il GM trentino ha però glissato: “Non possiamo bruciare le nostre carte così ora, abbiamo in mente degli ottimi prospetti ma il vero sogno sarebbe riconfermare sia Elder che Triche. Si leggono tanti nomi in questi giorni di mercato, ma gli unici veri giocatori con cui abbiamo seriamente trattato sono i nostri due eroi americani della promozione; per gli altri botti di mercato (quinto italiano compreso) bisognerà aspettare invece almeno un’altra ventina di giorni.”
 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here