Vuelle Pesaro, il punto sul mercato dei biancorossi

0
Andrea Traini

Inizia a prendere forma la Vuelle 2013/2014 che dopo aver completato lo staff tecnico e societario (con la nomina di Ario Costa nuovo presidente) ha messo a segno i primi colpi di mercato . Dopo le conferme dei talenti di casa Andrea Traini ed Alessandro Amici e la forzata rinuncia( ancora non ufficiale ) a Daniele Cavaliero , il primo acquisto è stato Andrea Pecile, play  classe 1980 che torna a vestire la canotta biancorossa dieci anni dopo la sua partenza; al triestino il compito di dividersi la regia con Traini e di fargli da chioccia in quella che dovrebbe essere la stagione dell’esplosione del mini play di Recanati fermato lo scorso anno da un brutto infortunio mentre era prepotentemente in rampa di lancio. Se con Pecile ci si è affidati all’esperienza,  sotto i tabelloni Pesaro ha pescato e probabilmente pescherà ancora dal mondo dei college ; firmato Marc Trasolini ( canadese di Vancouver con passaporto italiano che per le regole del nostro campionato giocherà comunque da straniero almeno per questa stagione )appena uscito da Santa Clara , nelle intenzioni di coach Dell’Agnello dovrebbe essere il cambio dei lunghi potendo giostrare in entrambe le posizioni di numero 4 e 5, per il ruolo di pivot la società pare ai dettagli con O.D. Anosike, pivot bonsai dotato di grande dinamismo e forza atletica, proveniente dal college di Siena con il quale nell’ultima stagione ha conquistato il titolo di miglior rimbalzista. Altro arrivo ufficiale è quello di Bernardo Musso, guardia argentina ma di formazione cestistica italiana, Dell’Agnello lo ha già allenato lo scorso anno a Forli’ rimanendo colpito dal tiro e dalla determinazione di quello che sarà la guardia di riserva della sua formazione. Per completare il roster mancano al momento un lungo italiano e tre stranieri, un numero 4 perimetrale per aprire le difese avversarie e due esterni, una guardia ed un’ala piccola, ruoli in cui la società vorrebbe inserire giocatori di maggior talento ed esperienza per completare un puzzle di giocatori di belle speranze ma ancora difficile da decifrare e collocare per quello che sarà il suo reale valore.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here