A2 – Un quarto per ingranare, poi Nico Basket spazza via il Selargius

A2 – Un quarto per ingranare, poi Nico Basket spazza via il Selargius

Nico Basket Femm. – San Salvatore Selargius 77 – 53

di La Redazione

Non è fortunata la trasferta toscana della Techfind San Salvatore Selargius, che esce sconfitta dal campo della Nico Basket con il risultato di 77-53 nel terzo turno del campionato di Serie A2. Le giallonere, costrette a fare i conti con una rotazione più corta del solito a causa dell’infortunio alla caviglia di Pertile, hanno approcciato bene la gara, ma hanno poi progressivamente perso contatto nei due quarti centrali. A nulla è valso il tentativo di rientro nel secondo tempo. Comunque buone le prestazioni individuali di Arioli e Gagliano, entrambe vicine alla doppia-doppia.

LA GARA – La Techfind entra in campo con grande aggressività e piazza subito un parziale di 9-0 concluso dalla bomba della classe 2003 Martina Pandori. La Nico Basket interrompe il digiuno affidandosi a Pochobradska, poi – con un contro-break di 6 punti – ricuce lo svantaggio fino a portarsi a contatto (12-13). Le giallonere scivolano indietro dopo il canestro da sotto di Perini, ma grazie alla verve offensiva di Arioli riescono a portarsi al primo mini intervallo avanti sul 18-19.

Nelle prime battute del secondo quarto il match si rivela ancora equilibrato. Le padrone di casa tentano un primo allungo sul +5 con il canestro dalla media di Giari (26-21), ma il San Salvatore reagisce immediatamente con una tripla di Arioli e un canestro in avvicinamento di Gagliano. A questo punto, però, si spegne la luce. Le toscane aumentano l’intensità difensiva e diventano più “dure” nei contatti. La Techfind soffre e incassa un parziale di 10-0 che la fa scivolare indietro alla pausa lunga (38-26).

Al rientro in campo coach Restivo prova a schierare una Pertile a mezzo servizio nel tentativo di smuovere le acque, ma ogni tentativo di girare l’inerzia del match si rivela vano. In breve tempo la Nico arriva a toccare anche il +17 (canestro di Pappalardo per il 52-35), mentre il San Salvatore fatica a trovare le contromisure. La fiducia delle selargine cala errore dopo errore, e la squadra di Andreoli ne approfitta per ipotecare il successo già al 30’ sul 59-38.

Gli ultimi dieci minuti sono totalmente ininfluenti: alla sirena il tabellone indica 77-53 per la compagine di Ponte Buggianese. Alla Techfind non resta che voltare pagina e pensare alla prossima gara casalinga contro Umbertide, sperando nel tempestivo recupero di Pertile e Mataloni.

“L’approccio alla gara è stato buono – analizza coach Restivo – la squadra ha mostrato aggressività in difesa e buone circolazioni di palla in attacco. A un certo punto, però, le avversarie hanno iniziato a giocare in maniera più dura, e anziché rilanciare siamo usciti dalla partita. La rotazione corta? Tutte le giocatrici che sono entrate dalla panchina hanno cercato di dare il loro contributo – spiega – ma è chiaro che l’assenza di un terminale offensivo determinante come Pertile si è fatta sentire. Abbiamo assolutamente bisogno di migliorare la tenuta mentale: quando si va sotto nel punteggio è necessario continuare a lottare con la stessa intensità, evitando di incassare dei parziali pesanti”.

Nico Basket-Techfind San Salvatore 77-53

Nico Basket: Perini 14, Pochobradska 18, Lazzaro 17, Nerini 3, Pappalardo 18, Puccini 2, Giari 2, Mariotti, Modini 3, Moncini, Tesi. Allenatore: Andreoli

Techfind: Arioli 19, Gagliano 16, Laccorte, Bungaite 4, Pandori 6, Pertile 2, Mura, Pinna 2, Tibè 4, Demetrio Blecic. Allenatore: Restivo

Parziali: 18-19; 38-26; 59-38

Arbitri: Mammoli e Servillo

Agenzia Directa Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy