Acqua San Bernardo Cantù – Dolomiti Energia Trento: le pagelle

Acqua San Bernardo Cantù – Dolomiti Energia Trento: le pagelle

Desio, dopo la brutta batosta al Taliercio la truppa di Pancotto si ricompatta e batte Trento 78-72 arrivando anche a guidare con 17 punti di vantaggio e controllando la furiosa e disperata rimonta di una Trento sin lì molto spenta e negativa.

di Carlo Perotti

ACQUA SAN BERNARDO Cantù

Young 5.5: si prende un solo tiro in tutto il primo tempo pare sbloccarsi ad inizio ripresa, non sarà così ma per fortuna Cantù non ha bisogno delle sue invenzioni. Peraltro si rende utile in difesa e – non contento della sua prova – a fine gara si ferma per una sessione di tiro supplementare.

Collins 7.5: intenso, bravo a passare sui blocchi ed a prendersi tiri puliti come la tripla del +15 a 9’ dal termine e quella difficilissima a due minuti dalla fine, 15 punti con 6 su 9 dal campo.

Di Giuliomaria : ne

Clark 6: contro il miglior play del campionato italiano si mette al servizio dei compagni trovando alcuni assist di buona fattura ed una buona circolazione di palla poi ricade nel vizio di palleggiare troppo ma rispetto alle altre uscite abbiamo visto qualcosa di più simile ad un playmaker (9 assist)

La Torre 5.5: ha la “sfortuna” di ritrovarsi a prendere dei tiri che sono fuori dalle sue corde

Hayes 7.5: come sempre attivissimo sotto canestro, a ¾ di gara è già in doppia-doppia ed arraffa 12 punti con 15 rimbalzi di cui 6 offensivi e 2 stoppate per 29 di valutazione.

Wilson 7.5: la sua miglior partita in maglia bianco-verde mettendo pure la tripla del +8 a 30” dal termine, termina con 17 punti e 4 su 8 da tre

Burnell 6: in attacco non è giornata ma in difesa si rende molto utile marcando le varie tipologie di ali di Trento con buona intensità

Baparapè : ne

Simioni, il Laimbeer mansueto

Simioni 7.5: entra a fine primo quarto e parte con un semigancio contro Pascolo, da basket di altri tempi, nel secondo quarto lo replica poco dopo in maniera buffa ed acrobatica sommandolo ad una tripla in transizione, non felice segna ancora in semigancio e da tre sulla sirena dei 24” per il +13 dei locali: è il Bill Laimbeer di Cantù, ma mansueto… molto più mansueto

Rodriguez 5.5: non gioca male ma appare troppo leggero quando si prende i suoi tiri

Pecchia 7.5: fulminante il suo inizio di gara con 9 punti in 4’ che dà fiducia ai suoi compagni, chiude con 12 punti e la solita grande voglia

all. Pancotto7.5: dopo il disastro di Venezia, questa volta Pancotto presenta una squadra intensa in difesa e che si passa la palla in attacco, una vittoria che ridà grande morale all’ambiente.

 

DOLOMITI ENERGIA Trento

Kelly 7.5: ala forte concreta ed essenziale ed è il trentino che più fa male a Cantù con la sua tecnica ed il suo dinamismo. 24 punti con 10 su 13 al tiro e 9 rimbalzi.

Blackmon 4.5: dopo 37’ di gara ha più falli che punti a referto, sistema questa sua imbarazzante statistica con la tripla che riporta in singola cifra lo svantaggio dei trentini e segnando 9 punti in 2 minuti nel finale all’arrembaggio delle Aquile.

Craft 6.5: in difesa, anche in post basso contro il centro avversario, è sempre un drago ed a sprazzi predica nel deserto con dei compagni svagati e fuori fase

Gentile 4: ha perso chili e potenza rispetto ai bei tempi ed al PalaDesio non mostra nemmeno la sua nota cazzimma

Pascolo 5: è diventato il quarto lungo delle rotazioni e pare un giocatore in declino, il fantasma di colui che arrivò a Milano pochi anni fa

Mian 5: di solito è ispirato a Desio, stasera affonda come tutto il reparto esterni

Forray 6.5: quando segna due canestri di rapina nel miglior momento dei brianzoli dal tetto del PalaDesio riecheggia il fantasma di Flaccadori ma realtà è sempre il buon Toto

Knox 4: gioca una partita moscia spazzato via da Hayes come dimostra il suo 3 su 13 al tiro.

Mezzanotte 6: si presenta con due triple nei primi minuti di gara poi fatica a controllare le sue lunghe leve partendo dal palleggio

Voltolini: ne

King 5: esterno dal collo taurino e la mano delicata che però tocca pochi palloni.

Lechthaler  : ne

All. Brienza 5: di ritorno nella sua Cantù gioca spesso in modo speculare a Cesare Pancotto sino a quando sul -17 prova il quintetto piccolo con Gentile da “quattro” ed una difesa adattata che però scopre molto la squadra a rimbalzo offensivo, nel finale col pressing a tutto campo la sua squadra si riavvicina pericolosamente ai padroni di casa ma non riesce nella rimonta.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy