Arbitri contestati, questa volta la multa tocca a Recalcati

0

Capitolo multe: la storia si ripete.

Contro Biella il pubblico di casa si era lasciato un pò troppo andare, rendendosi protagonista di lanci di oggetti ed insulti nei confronti degli arbitri. Meritatamente la Fip inflisse 6000 euro di multa alla società gialloblu pagata poi in parte (4000 euro circa) dagli stessi tifosi con una colletta.

Ora una nuova sanzione e 3000 euro da pagare. Il perchè? 

“CARLO RECALCATI (All. SUTOR MONTEGRANARO) squalifica per 1 gara per comportamento irriguardoso e intimidatorio, a fine gara, nei confronti degli arbitri Sostituita con ammenda di Euro 3.000,00” (fonte Fip)

Proprio il coach gialloblu in conferenza stampa si è lamentato per il tecnico preso durante il match contro Roma, dicendo: “Mi piacerebbe che gli arbitri una volta tanto spiegassero i loro fischi”.

Qualche fischio di troppo a sfavore dei gialloblu è ormai noto al PalaRossini. Una premeditazione?

Si attendono comunicati in merito dalla sede di Viale Zaccagnini.

 

 E come anticipato ieri, ecco la pronta risposta della società gialloblu, davvero stupita di quanto accaduto domenica:

La S.S. Sutor comunica che sarà presentato reclamo, ai sensi degli artt. 67 e 71 del Regolamento di Giustizia, avverso il provvedimento emesso nei confronti di Carlo Recalcati in data 14.01.2013 dal Giudice Sportivo Nazionale con il quale il coach ha ricevuto la “squalifica per 1 gara per comportamento irriguardoso e intimidatorio, a fine gara, nei confronti degli arbitri, sostituita con ammenda di Euro 3.000,00”.


In data odierna è stata formalizzata, attraverso comunicazione ufficiale inviata alla Commissione Giudicante Nazionale e al Giudice Sportivo Nazionale, la decisione di cui sopra.

Ai fini del reclamo è stato nominato l’Avv. Florenzo Storelli.

La Società, profondamente stupita nell’apprendere del provvedimento, ribadisce tutto l’orgoglio di avere in panchina un uomo di spessore, umano e professionale, come Carlo Recalcati. Un allenatore che ha scritto e continua a scrivere la propria storia con umiltà, competenza, correttezza, nobiltà d’animo e con tutti quei valori che, nel panorama attuale, pochi possono vantare.”

Totale sostegno quindi da parte della società al suo coach anche in un momento non così facile sia dal punto di visto economico (con le tanti voci che vogliono la Sutor lontana da Ancona  in cambio di sponsor) e dal punto di vista della classifica.

Il ricorso verrà giudicato entro domenica da parte della Fip.

 

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here