Avellino-Cantù, sala stampa: le parole di Vucinic e Pashutin

0

Ecco di seguito le dichiarazioni dei due allenatori in sala stampa dopo il match tra Sidigas e Red October.

Nenad Vucinic (coach Avellino): “Siamo contenti di aver vinto la partita, era molto importante: siamo una squadra nuova ed io stesso sono un esordiente in Serie A. Eravamo un po’ preoccupati perché Cantù aveva già giocato quattro match di qualificazione alla Basketball Champions League, mentre noi abbiamo disputato solo la preseason. Questa sera in attacco siamo stati bravi a crearci un vantaggio consistente, ma dobbiamo migliorare dal punto di vista difensivo, specialmente sugli 1 contro 1. Domani partiremo alla volta della Russia, dove affronteremo martedì il Novgorod, che è una buona squadra. Molto probabilmente Lollo D’Ercole non sarà dei nostri perché è prossimo a diventare papà e non vogliamo privarlo di un momento così gioioso della sua vita. Questo ovviamente riduce le nostre rotazioni, ma ci affideremo all’apporto di Spizzichini e del giovane Sabatino.
Uff. Stampa Scandone Avellino

Evgeny Pashutin (coach Cantù): “Per noi era una partita difficile, lo sapevamo. Tutta la settimana ci siamo soffermati in particolare su due giocatori, Green e Cole, lavorando per contenerli in partita. Ma non siamo stati in grado di farlo. Green ha segnato 32 punti, riuscendo a tirare a volte anche con troppo spazio. Dovevamo concentrarci su di lui, come da piano partita. Il risultato è però sotto gli occhi di tutti. Questo gli ha permesso di trovare subito fiducia fin dal primo quarto, riuscendo a segnare 23 punti nel solo primo tempo, dove noi abbiamo faticato molto soprattutto nella gestione del ritmo. Poi, nel secondo tempo, abbiamo giocato meglio in difesa, continuando però a perdere Green. Abbiamo subito 98 punti oggi, troppi. Noi, invece, per la seconda gara consecutiva abbiamo segnato più di 80 punti, senza però riuscire a vincere. La nostra mentalità deve essere differente se vogliamo farlo: dobbiamo giocare di squadra, prestando attenzione a non perdere troppi palloni. Avellino ha meritato di vincere, sono stati meglio di noi oggi. Adesso non ci resta che tornare in palestra per sistemare un po’ di cose. Dobbiamo imparare dai nostri errori e lavorare duramente per migliorarci in difesa.
Uff. Stampa Pallacanestro Cantù

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here