Brescia-Avellino, la sala stampa: le parole di Diana e Vucinic

Brescia-Avellino, la sala stampa: le parole di Diana e Vucinic

I coach delle due squadre commentano a caldo la vittoria della Sidigas al PalaLeonessa.

di Fabio Rusconi

Nenad Vucinic (coach Avellino): “E’ una vittoria molto importante per noi dopo le due sconfitte consecutive in Serie A. Voglio ringraziare i miei ragazzi per aver lottato a rimbalzo nonostante la nostra situazione psicologica non fosse il massimo e loro avessero voglia di vincere. Sykes? E’ un giocatore importante anche se non ha molta esperienza internazionale, ma la sua grande prova è frutto di uno sforzo da parte di tutti e questo è importante. Non abbiamo tirato bene, soprattutto dai liberi, ma nonostante questo abbiamo vinto e ciò è un segnale positivo per noi”.

Andrea Diana (coach Brescia): “Fino all’intervallo abbiamo avuto un piano partita perfetto, poi abbiamo poca disciplina in attacco e ciò ci ha penalizzato. 77 punti totali subiti sono pochi ma nonostante tutto abbiamo rincorso nel finale di partita e abbiamo pagato contro una squadra con grande talento e che crea canestri dal nulla. Non abbiamo sfruttato i vantaggi, creato tiri comodi, siamo stati di basso livello in attacco. La prestazione di squadra nostra è stata sottotono a livello di ritmo e gestione degli attacchi. Abass e Hamilton? All’interno di questo contesto hanno reso poco anche loro. Hamilton non era per niente in partita e ho deciso di non usarlo nei minuti finali punto a punto. Non sono per niente contento perché abbiamo perso contro un’Avellino sottotono, e c’erano momenti in cui si camminava in campo, non è accettabile. Se giochiamo così questa settimana a Ulm è possibile che ne prendi altri 20/25  e torni a casa”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy