Brescia – Pistoia, Esposito: “Silins ben inserito, ma attenzione a Pistoia perché sono più vivi che mai”.

Brescia – Pistoia, Esposito: “Silins ben inserito, ma attenzione a Pistoia perché sono più vivi che mai”.

Le parole del coach prima della sfida con l’Oriora.

di Fabio Rusconi

In conferenza Stampa, Vincenzo Esposito ha presentato  la fondamentale sfida tra la sua Brescia a Pistoia. Sfida di importanza capitale, che  precede il turno di riposo per la Germani. Presentato a tifosi e stampa anche il nuovo acquisto Ojars Silins, arrivato in biancoblu per far fronte all’emergenza infortuni e che esordirà, a gettone, nel lunch match di domani.

“Arriviamo alla partita contro Pistoia dopo una settimana di buon lavoro e con l’innesto di Ojars Silins, che si è inserito immediatamente nel gruppo – le parole di coach Esposito -. Affrontiamo una squadra che ha avuto qualche problema iniziale, ma che ora è un team più vivo che mai, come dimostrano gli ultimi risultati raggiunti, e che crede nella salvezza. Ci attende una partita complessa, come tutte le altre e, a mio parere, con un grado di difficoltà perfino maggiore, in quanto Pistoia è reduce da una vittoria certamente galvanizzante contro Venezia”.

“Troveremo una squadra che ci aggredirà e giocherà a ritmi alti, secondo le caratteristiche dei propri giocatori – prosegue il coach campano -. Per quanto riguarda la nostra squadra, l’aspetto più importante sarà la mentalità: dovremo mantenere fin dal primo minuto di gioco una certa durezza mentale, oltre che fisica, per poi seguire l’andamento della gara con gli aggiustamenti tecnici del caso”.

“Conosco molto bene le caratteristiche del giocatore che abbiamo preso – conclude Esposito, introducendo Ojars Silins -: sa giocare a pallacanestro, si presta all’utilizzo nel ruolo di 4, di 5 tattico e può essere schierato anche da numero 3. Inoltre, è molto rapido nell’apprendere e leggere le situazioni ed è arrivato a Brescia in una condizione fisica molto positiva. Il ritmo partita segue tensioni, intensità e situazioni tattiche differenti dall’allenamento: anche per questo, il suo inserimento dovrà essere graduale, soprattutto dal punto di vista tecnico, poiché il processo di adattamento al sistema richiede del tempo”.

 

Fonte: Ufficio Stampa Basket Brescia Leonessa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy