Brescia, presentati Chery e Burns

Brescia, presentati Chery e Burns

La nota del club.

di La Redazione

Prosegue a ritmi serrati la presentazione dei giocatori della Germani Brescia in vista dell’inizio della nuova stagione. Nella sede operativa di San Zeno, è stata la volta di Kenny Chery e di Christian Burns a rispondere alle domande della stampa e a raccontare l’inizio della nuova avventura, che per il playmaker canadese rappresenta una novità assoluta, mentre per il lungo statunitense di passaporto italiano si tratta di un graditissimo ritorno.

Presenti al tavolo assieme ai due giocatori anche Graziella Bragaglio, presidente di Pallacanestro Brescia, e il coach Vincenzo Esposito. Proprio il presidente è stata la prima a esprimere il primo pensiero sulle due pedine chiamate a rafforzare il roster della nuova Germani.

“Christian è un giocatore che conosciamo bene, ma anche Kenny lo abbiamo incontrato quando abbiamo giocato contro Nanterre – spiega il presidente della Germani -. Christian ha una grande energia e lo aveva dimostrato il nostro primo anno in Serie A, quando fece parte del nostro roster. Chery, invece, è il play che avrà il comando delle operazioni e ci darà una grande mano in una stagione che ancora una volta sarà caratterizzata dal doppio impegno”.

“Christian è un giocatore che conosco da tanti anni – esordisce coach Esposito, presentando il lungo statunitense -. Lui conosce la piazza di Brescia e il basket italiano e sin da quando è arrivato in Italia ha dimostrato di fare dell’entusiasmo e dell’energia il suo pezzo forte. Farà parte del pacchetto lunghi e il fatto di conoscere la realtà bresciana e alcuni dei suoi compagni di squadra faciliterà il suon inserimento nei nostri meccanismi. Nell’ultimo anno non ha giocato tanti minuti, anche per questo ci aspettiamo un giocatore che avrà voglia di portare in campo tutto il suo entusiasmo e tutta la sua energia in un reparto nel quale ce ne sarà grande bisogno”.

“Chery è un giocatore che nell’ultima stagione ha fatto moto bene in Francia e in EuroCup – prosegue il coach della Germani -. Cercavamo un giocatore dalle caratteristiche tecniche e fisiche ben precise: dispone di armi tattiche offensive molto importanti, è in grado di costruire per sé e per gli altri e sarà il nostro play titolare. È giovane e sa che quest’anno giocherà in un campionato difficile e importate come quello italiano”.

Parola a Christian Burn, di nuovo a Brescia dopo tre stagioni trascorse tra Cantù e Milano: “Sono molto felice di tornare a Brescia, dove ho vissuto una delle migliori esperienze della mia carriera. Ho un grande ricordo dei tifosi bresciani e qui mi sono sempre sentito a casa. Questo per me è molto importante: sono entusiasta di poter tornare a giocare, specialmente dopo un paio di stagioni in cui sono stato poco in campo”.

“Ho un ottimo ricordo di Brescia – prosegue Burns -. Ricordo una grande squadra, con ottimi compagni in spogliatoio e una grande mentalità. Qui c’è qualcosa di speciale: per me è una nuova sfida, non vedo l’ora di giocare. Nell’anno trascorso a Brescia avevo imparato molto, era stato una stagione importante per la mia carriera. Sono consapevole del mio ruolo e del fatto che il coach mi utilizzerà soprattutto da centro: mi farò trovare pronto”.

“Sono qui per giocare e fare tutto quello che è necessario per vincere – spiega Kenny Chery, presentandosi ai tifosi bresciani -. Sono una point guard che ama avere il controllo della situazione e innescare i miei compagni di squadra. Conosco i grandi playmaker che giocano nel campionato italiano, ma sono concentrato solamente su ciò che devo fare per far giocare al meglio la mia squadra”.

“Fuori dal campo sono una persona socievole – prosegue Chery -. Mi piace parlare con tutti, sono sempre sorridente e considero ogni giorno come una benedizione. Il cammino in EuroCup? L’obiettivo è vincere, il più possibile. E per farlo è necessario lavorare sodo, ogni giorno. È l’unico modo con il quale una grande squadra può riuscire a ottenere grandi risultati”.

L’ultimo accenno è sulla convivenza nel roster con Luca Vitali: “Possiamo giocare insieme, siamo due giocatori diversi. Possiamo fare in modo che il club abbia dei benefici dalla nostra presenza. Vitali è un giocatore di grande esperienza: durante la stagione ci saranno tante partite da affrontare, dobbiamo preparare al meglio la stagione”.

Alessandro Pediconi
Responsabile Area Comunicazione
Media Director
Pallacanestro Brescia

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy