Brescia-Reggio Emilia, Esposito: “Gruppo pronto a partire nonostante le assenze”

Brescia-Reggio Emilia, Esposito: “Gruppo pronto a partire nonostante le assenze”

Il coach della Germani presenta l’esordio della sua Brescia.

di Fabio Rusconi

Parte con l’handicap la stagione della Germani Basket Brescia. La Leonessa infatti si ritrova ad affrontare l’esordio contro Reggio Emilia con due assenze pesanti. La prima è quella di Ceron, che non ha ancora ottenuto il via libera per giocare, la seconda di Koenig, che ha salutato Brescia a seguito di un infortunio muscolare. Coach Esposito si ritrova così con una rotazione degli esterni accorciata, ma predica calma e trasmette fiducia nella conferenza prepartita.

“Finalmente si inizia – esordisce coach Esposito -. Me lo hanno detto i miei giocatori, lo ribadisco anche io. Da parte della squadra c’è tanto entusiasmo, soprattutto tra i nuovi arrivati che fin dal primo giorno si sono inseriti al meglio nel nuovo contesto e nella nuova città. Si inizia con qualche assenza, però siamo estremamente soddisfatti dei ragazzi a disposizione in questo momento: il gruppo che ho a disposizione ha voglia di partire, è convinto, carico e ben preparato”.

“Affrontiamo Reggio Emilia, una squadra che è cambiata tanto, a cominciare dall’allenatore – prosegue Esposito presentando il primo avversario della Leonessa -. Ha aggiunto talento ed esperienza al proprio roster, rappresentando l’innalzamento dell’asticella del campionato in termini di qualità. La Grissin Bon ha piene potenzialità e caratteristiche per rientrare tra le prime otto squadre della classifica. Domani al PalaLeonessa ci sarà certamente emozione e tensione, ma sono convinto che giocare in casa, davanti al nostro pubblico, aiuterà i ragazzi che si faranno trovare pronti e sul pezzo”.

“Il fatto che Brescia venga spesso inserita in un ipotetico ranking tra le otto squadre più interessanti del campionato mi fa piacere, ma lascia il tempo che trova – conclude il coach campano -. Io sono fermamente convinto che possiamo fare bene, ma sarà il campo a parlare, anche perché all’inizio del campionato ci sono nuovi equilibri da trovare e situazioni un po’ sfortunate da affrontare, come la vicenda che ha riguardato Koenig. Da parte dei miei giocatori ho ottenuto massima disponibilità: mi ritengo fortunato, sia per il gruppo di che abbiamo messo insieme, sia per coloro che ho trovato già qui al mio arrivo. Credo che ogni nostro giocatore possa essere un protagonista, in maniera diversa, in ogni partita di campionato”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy