Brindisi-Pistoia, le pagelle: ottimi Lewis e Snaer, Daniel non basta a Pistoia

0

GIORGIO TESI GROUP PISTOIA: Daniel 14, Meini, Galanda 5, Wanamaker 11, Washington 7, Cortese 5, Evotti 0, Bozzetto 0, Gibson 13, Johnson 4. Coach: Moretti. Daniel 7 La clamorosa palla che perde goffamente nel palleggio (tra l’altro in un suo buon momento, dopo qualche buona iniziativa offensiva) dimostra quanto le sue prestazioni siano spesso caotiche e sconnesse, oltre a propiziare il ritorno di Brindisi (Pistoia era riuscita a volare a +9 nel primo tempo). Anche nel terzo quarto in un minuto altra situazione emblematica: prima si lascia sfuggire di mano un ottimo passaggio arrivato dopo una bella azione, poi realizza una complessa tripla (primo tentativo da 3 da inizio stagione) con le mani in faccia sulla sirena. I punti alla fine premiano il suo agonismo, la sua esplosività e la sua voglia di rifarsi. Dopo l’inizio di stagione fortemente negativo, questa è senza dubbio la sua miglior prestazione stagionale. 4 palle perse ma ottime percentuali al tiro (100% dal campo, statistiche sporcate solo dalla sua non impeccabile mano ai liberi) e un buon bottino finale di 14 punti. Meini (s.v.) Indisponibile causa infortunio. Galanda 6 Nel primo tempo è fra i migliori dei suoi (nonostante qualche palla persa di troppo), la sua esperienza si fa sentire con canestri, assist (alla fine saranno 4) e buon vigore nel pitturato anche in fase difensiva. Poi nel corso della parte risente della mancanza dell’appoggio di Johnson (fuori per infortunio) e si spegne inesorabilmente. Wanamaker 6,5 Il primo tempo fatica un po’ nella costruzione del gioco (messo in affanno dalla zone press brindisina), soprattutto nella fase iniziale. Poi alla lunga esce meglio (alla fine collezionerà 4 assist e 11 punti). Si dimostra un leone giocando praticamente 40’, senza la staffetta di Meini (infortunato) e rischia di confezionare un pesante gioco da 3 punti nel finale incandescente, conquistando un fallo in contropiede (ben 7 falli subiti nel complesso) con la palla che danza beffarda sul ferro per poi uscire. Washington 6 Nel complesso è dura non concedere la sufficienza al volenteroso Deron. Con una Pistoia rimaneggiata causa infortuni, lui lotta su ogni pallone e ci mette il cuore, nonostante risulti forse meno efficace che in altre serate. Cortese 6 Continua la sua stagione da gregario efficiente. Come capitan Galanda bene nella prima metà, poi esce un po’ di scena. Gibson 6,5 Dimostra di essere un giocatore che ha certi colpi. Quasi perfetto, come sempre, dalla lunetta frangente nel quale si dimostra, statistiche alla mano (2 soli errori da inizio anno), il migliore della lega. 13 punti, rovina un po’ la propria prestazione un disastroso 2/10 da 3. Johnson 6 Parte bene, sia a rimbalzo che davanti, poi Moretti è costretto prima a farlo giocare col misurino per colpa di una contusione con infortunio che lo rendono un po’ acciaccato per poi costringere il coach farne a meno definitivamente. Gioca la miseria di 12’ e a Pistoia sicuramente manca la sua potenza atletica. ENEL BRINDISI Aminu 0, James 8, Todic 0, Bulleri 9, Morciano, Formenti, Dyson 7, Lewis 18, Zerini 4, Snaer 13, Leggio, Campbell 9 Aminu 5 Un po’ spaesato, spesso dà la palese sensazione di non capire le iniziative dei compagni. In fase difensiva sembra un po’ leggerino. Bucchi si accorge di tutto questo e lo tiene dentro solo 7’. James 6 Bucchi lo tiene in campo molto, lui ripaga con una prestazione discreta, senza strafare ma conquistando qualche rimbalzo importante. Todic 5 Molto falloso, fin troppo plateale nello sgomitare e nel farsi spazio quando è senza palla: a metà terzo quarto è già a 4 fallI e costringe Bucchi a redarguirlo e relegarlo in panchina. Immacolato il suo score. Bulleri 7 Bucchi fa molto affidamento sull’esperienza e sul carisma del capitano pur impiegandolo poco, è praticamente un allenatore in campo e spesso i due si consultano. Tira con buona precisione, perfetto ai liberi e sfiora la doppia cifra (9 punti) Dyson 5,5 Non gli manca certo la volitività (molte le azioni personali, gli assist e ben 7 i falli subiti), carente invece è la precisione. Chiude il primo tempo con un brutto 0/6 dal campo e un misero punto conquistato dalla lunetta. Nella ripresa incrementa il suo score, ma il tabellino è sempre impietoso: 1/8 da 2, 0/3 da 3, 5/8 ai liberi. Lewis 7,5 Va al riposo con 9 punti e ottime percentuali al tiro, grazie anche alla precisione dalla lunetta. Nella ripresa si conferma, doppiando esattamente il proprio score e piazzando canestri importanti. Zerini 6 Poco impiegato ma non sfigura. Snaer 7,5 Positiva la sua prestazione fatta di rimbalzi e buona intraprendenza da 2 punti, collezionando anche 3 assist. Nel finale trova anche la tripla che suggella il +10, che è un mattone sulle spalle dei biancorossi. Campbell 6 Stesso discorso fatto per James, prestazione discreta senza brillare.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here