Brindisi-Reggio Emilia, coach Priftis “Transizione, palle perse e contropiede le chiavi della partita”

0

Prima conferenza stampa del coach della Unahotels Reggio Emilia che affronterà Brindisi nel posticipo della prima giornata.

Ecco le sue parole rilasciate al Resto del Carlino al giornalista Francesco Pioppi:

Come arrivate a questo esordio in campionato? Rispetto all’inizio del suo percorso in biancorosso quale crede siano stati i progressi maggiori?

“Abbiamo fatto passi in avanti in tutte le fasi del gioco, ma possiamo certamente migliorare nelle collaborazioni difensive, in modo da poter essere ancora più solidi complessivamente. Dobbiamo capire in fretta quale attitudine avere anche a seconda del tipo di avversario. La prima partita poi è sempre particolare, a maggior ragione quando sei in trasferta come succederà a noi…Devi aggrapparti alla difesa, perché in attacco e al tiro non sai mai che giornata potrà essere”.

L’Happy Casa Brindisi di coach Corbani che tipo di squadra è?

“È sicuramente un buon avversario e probabilmente sono più avanti di noi, perché hanno già giocato tre partite ufficiali (Brindisi ha perso la finale con Cholet per qualificarsi alla Champions League e parteciperà quindi alla Europe Cup, ndr). Come ho detto, essendo una gara fuori casa, dobbiamo essere ancora più attenti e concentrati sulla possibilità di controllare il ritmo del match, ma sono convinto che saremo pronti a giocare una partita solida”

Andando ancora di più nei dettagli ‘tattici’ quali saranno le chiavi della sfida?

“La transizione difensiva avrà un aspetto importante così come non perdere tanti palloni in attacco, soprattutto per evitare di concedere contropiedi primari: queste sono le basi su cui costruire la partita”