Brindisi – Varese, la sala stampa: le parole di Caja e Vitucci

0

Caja (Varese): “E’ stata un’altra buona partita finita al supplementare con uno scarto di pochi punti. E in gare tirate come questa gli episodi sono sempre decisivi. Mentre noi abbiamo avuto due giocatori come Okoye e Wells che hanno fatto una partita strepitosa, Brindisi, con cinque atleti in doppia cifra, è riuscita ad avere tanti protagonisti. Stasera abbiamo sempre rincorso ma non ci siamo mai disuniti. Ci abbiamo sempre messo tanta volontà, energia e carattere. Siamo stati bravi a ribattere colpo su colpo facendo anche delle buone giocate difensive e offensive. Ma nei momenti decisivi Brindisi ha messo quei canestri che a noi sono mancati per vincere la partita. Sapevamo che sarebbe stata una trasferta difficile ma siamo comunque stati bravi ad affrontarla nel modo giusto. Ora siamo penultimi in classifica ma giocando così sono convinto che riusciremo a conquistare quelle vittorie che ci permetteranno di rimanere lontani dall’ultima posizione”.
Vitucci (Brindisi): “Io credo che si sia vinto con merito, al di la di aver rischiato in maniere esagerata di perdere. Nulla di dire su una vittoria che abbiamo cercato dall’inizio di volere, con tanta determinazione e spinti dal pubblico. Era una partita da chiudere prima dei supplementare. Abbiamo alternato momento di vuoto a momenti di buona pallaccanestro, difendendo bene, proprio perché c’era questa grande volontà ti tornare a vincere. E’ un piccolo passo, ma che non ammetteva scampo, bisognava tornare a vincere, sia per la classifica che per il morale durante la settimana. A nessuno piace perdere, una vittoria che ci serve più di una vittoria, abbiamo dimostrato almeno questa volta, di riuscire a vincere una partita che in altre circostante puoi perdere facilmente. Perché arrivare ai supplementari quando ormai la partita sembrava finita e poi vincere ai supplementari, significa che qualche cosa sotto la brace c’è.
I black out non sono inspiegabili, non è facile stare con la testa sempre al 100%, dobbiamo cercare di limitarli sicuramente, stiamo facendo un po’ meglio, anche in allenamento”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here