Cantù-Milano, la sala stampa: le parole di Bolshakov e Repesa

Le parole dei due allenatori dopo Cantù-Milano.

di La Redazione

Coach Bolshakov commenta così la sconfitta nel derby della FORST : “Sento la necessità di scusarmi con i tifosi per il terzo periodo che abbiamo disputato. In questi dieci minuti, infatti, sono emersi tutti i limiti della nostra squadra: le rotazioni poco profonde e una difesa, sia individuale sia di squadra, ancora non di alto livello. Nel primo tempo non abbiamo disputato una brutta gara e sicuramente abbiamo avuto anche momenti di buon gioco. Nella terza frazione però abbiamo distrutto ogni possibilità di conquistare il successo”.

“L’esordio di Calathes è stato buono – ha aggiunto  l’allenatore della Pallacanestro Cantù – ma stiamo parlando di un giocatore di alto livello per cui non sono sorpreso. Anzi questa sera ha commesso alcuni piccoli errori tattici sia in attacco sia in difesa. Credo però sia del tutto normale perché è la sua prima partita e non c’è stato molto tempo per inserirlo nei nostri meccanismi”.

“Le difficoltà in attacco – ha concluso il coach ucraino – dipendono anche dal fatto che Zabian, pur migliorando gara dopo gara, non è ancora al top di condizione visto il lungo infortunio e non è al massimo per rapidità e velocità. Questo si è visto soprattutto in alcune situazioni di pick and roll in punta nel terzo periodo. Dai nostri brutti attacchi purtroppo sono poi scaturiti i contropiedi di Milano”.

Coach Repesa commenta così la vittoria nel derby della sua EA7 Emporio Armani: “Questa sera avevamo sicuramente i favori del pronostico, non dobbiamo però dimenticarci che, quando si gioca un derby, nulla è scontato. Non abbiamo cominciato male la partita, ma dopo i primi cambi abbiamo perso il ritmo, iniziando a essere molli in difesa e a lasciare molto spazio alle conclusioni offensive di Cantù. La terza frazione invece è stata l’esempio di come dobbiamo giocare sempre: aggressivi, compatti e con una buona difesa, che ci ha permesso di essere più concreti in attacco e di correre in contropiede”.

“Sono soddisfatto perché abbiamo giocato una discreta gara – ha aggiunto l’allenatore dell’Olimpia – e in questo periodo ogni vittoria vale davvero oro. La partita di questa sera era importante per riprendere fiducia e ricominciare un percorso vincente, facendo di tutto per raggiungere il successo in campionato e in Eurolega”.

Uff.Stampa Pall.Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy