Cantù-Pesaro, Pancotto: “Necessitiamo di trovare continuità e aggressività”

Le parole di Pancotto.

di La Redazione

Questa mattina, presso la sala stampa del “Toto Caimi” di Vighizzolo, coach Cesare Pancotto, capo allenatore di Cantù, ha incontrato i giornalisti per presentare il prossimo impegno di Serie A UnipolSai, ossia contro la VL Pesaro, in programma al “PalaDesio” domenica 4 ottobre alle ore 20:45. Di seguito le parole del tecnico biancoblù:

«Le prime giornate di campionato portano sempre una buona dose di energia: tanta è la voglia di andare in campo per verificare i miglioramenti fatti e quelli, invece, ancora da fare, che orgogliosamente questa squadra è desiderosa di compiere. Alleno un gruppo che sta lavorando nel modo migliore possibile, con capacità di cogliere le occasioni per crescere, sia nell’impegno che nello sviluppo di squadra».

«Affrontiamo una formazione, Pesaro, che si è rinforzata, come tanti altri club del resto. La Vuelle, grazie all’esperienza di un coach di caratura come Jasmin Repesa, ha già trovato un certo bilanciamento tra il gioco interno e quello esterno. Possono contare quindi su un grande equilibrio. Inoltre, è una squadra esperta, guidata da un allenatore bravissimo che ha già messo tutto in ordine».

«Per quanto ci riguarda, invece, necessitiamo di trovare continuità e aggressività, non solo nella metà campo difensiva ma anche in quella offensiva. Sintetizzando, in difesa dovremo negare, in attacco condividere. Questi due concetti sono importanti. Quando attacchiamo dovremo essere tutti coinvolti, consapevoli che ogni giocatore potrà avere l’occasione di tirare. All’inizio della stagione ogni squadra cerca di far crescere la propria identità, ecco, anche noi lo vogliamo fare, andando alla ricerca di fiducia e certezze in ogni cosa che facciamo. Ogni partita deve avere un obiettivo principale, unico, ovvero mostrare la propria identità. È un’opportunità che dovremo sempre saper cogliere».

Uff.Stampa Pall.Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy