Cantù-Pesaro, Repesa: “Per vincere abbiamo bisogno di continuità nei 40 minuti”

Queste le parole dell’allenatore pesarese, che presenta così la prima trasferta stagionale della Carpegna Prosciutto, sul campo di Cantù

di Alessandro Kokich

La Carpegna Prosciutto Basket Pesaro è pronta per la prima trasferta del campionato 2020/2021: nella seconda giornata di Serie A UnipolSai infatti i biancorossi saranno impegnati sul parquet del PalaBancoDesio per la sfida contro l’Acqua San Bernardo CantùPalla a due domenica 4 ottobre alle 20:45 con diretta su Rai Sport + HD (canale 57 del digitale terrestre e 227 della piattaforma Sky), Eurosport Player e Radio Incontro Pesaro (FM 91.9 per Pesaro e 103 per Urbino ed entroterra).

Presso lo showroom di Aster Cucine in Piazzale Garibaldi il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro Jasmin Repesa ha presentato il match contro i lombardi: “In settimana abbiamo lavorato bene e siamo pronti per la partita. Abbiamo preparato il match adeguando le nostre caratteristiche al sistema di gioco avversario. Dovremo essere bravi a rientrare in difesa ma anche a comunicare meglio per fermare il loro attacco. Sarà necessario un maggior e miglior tagliafuori rispetto a quanto fatto contro Sassari. Abbiamo perso la partita per alcuni nostri regali, penso ad esempio ai troppi rimbalzi concessi”.

“Cantù in casa è una squadra molto pericolosa – ha continuato Coach Repesa – per vincere dovremo giocare davvero bene per tutti i 40 minuti. Avremo davanti una formazione che è un mix tra grande potenzialità – con giocatori come Kennedy, Johnson e Thomas – e molta esperienza come nel caso di Smith e Leunen. Inoltre non vanno sottovalutati nemmeno i tre italiani tra cui Pecchia e La Torre che sono cresciuti molto negli ultimi anni. Cantù è una squadra molto competitiva e interessante, hanno lunghi moderni, verticali e atletici in grado di correre bene il campo e di prendere molti rimbalzi in attacco”.

Al match di domenica sera potranno assistere alcune centinaia di spettatori: “Il pubblico si sente, fa parte del basket, è un fattore fondamentale”, ha evidenziato il Coach della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro. “Lo abbiamo visto anche nel match di Treviso. Avere persone sulle tribune aiuta anche i giocatori sul parquet”, ha concluso Coach Repesa.

Ufficio Stampa Carpegna Prosciutto Basket Pesaro

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy