Cantù-Sassari, la sala stampa: le parole di Pancotto e Gerosa

Cantù-Sassari, la sala stampa: le parole di Pancotto e Gerosa

Le parole dei due allenatori.

di La Redazione

L’Acqua S.Bernardo cede il passo al Banco di Sardegna Sassari, uscendo sconfitta dal “PalaDesio” con il risultato finale di 87 a 70 a favore della compagine allenata da coach Gianmarco Pozzecco. Di seguito la sala stampa degli allenatori.

Giorgio Gerosa, assistant coach di Sassari:

«È stata la partita che volevano fare. Ci abbiamo messo grande energia e cattiveria agonistica, cosa che ci era mancata nelle ultime gare. Questa era una partita a cui tenevamo particolarmente e, in particolare, ci tenevamo a migliore le nostre percentuali. Siamo tornati ad alzare le nostre percentuali al tiro da 3. Inoltre, abbiamo perso solo undici palloni, meno riaspetto al solito. Volevamo e siamo riusciti a portare a casa questa partita, in una cornice fantastica a cui sono affezionato e che non dimenticherò mai».

 

Cesare Pancotto, head coach di Cantù:

«Questa sera è mancato l’atteggiamento che deve contraddistinguere una squadra come la nostra, che deve combattere per la salvezza e per atteggiamento intendo la determinazione. Quando si gioca contro un’avversaria che vince titoli su titoli, la determinazione è fondamentale. Da questo abbiamo costruito poco e male in attacco. Giocavamo contro la migliore difesa in campionato, lo sapevamo e non siamo riusciti a fare quello che avevamo preparato. Ne sono la prova i soli 4 tiri liberi tirati, per responsabilità nostra, non per altro. Abbiamo difeso male negli uno contro uno che entravano in area e riuscivano a servire sia per gli scarichi sia per i successivi rimbalzi d’attacco. Tutto questo fa parte di quella definizione iniziale per cui non possiamo non essere determinati, visto il tipo di squadra che siamo e visto il tipo di risultato che dobbiamo ottenere alla fine della stagione. Oltre a ciò, dobbiamo fare uno step per essere più continui possibile nel gioco e nella mentalità e strutturarci mentalmente per giocare un tipo di partita con la giusta attenzione e il giusto atteggiamento. Come avevo detto nella conferenza pre partita, oggi avremmo dovuto giocare al 100% e avremmo dovuto togliere qualcosa agli avversarsi. Non ci siamo riusciti, vorrà dire che ci rimboccheremo le maniche e, come dico sempre, la prossima volta sarà una opportunità per poterlo dimostrare».

Uff.Stampa Pall.Cantù

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy