Cantù-Sassari, la sala stampa. Sacripanti “Contenuto il miglior attacco”, Sacchetti: “Male all’inizio”

di La Redazione

Coach Sacchetti commenta così la sconfitta del suo Banco di Sardegna alla Mapooro Arena: “Abbiamo iniziato la partita nel modo sbagliato, subendo troppo la loro aggressività mentale e dimostrandoci un po’ addormentati. Non siamo riusciti a fermare la loro transizione con qualche fallo in più. A noi manca questa mentalità che dovremo invece essere in grado di sviluppare”.

“Siamo arrivati – ha continuato il coach della Dinamo – a giocarcela punto a punto, ma, pur mettendo paura all’Acqua Vitasnella, non  siamo mai riusciti a passare in vantaggio. Ci è sicuramente mancata la lucidità in alcune decisioni e spesso abbiamo sbagliato a leggere le situazioni. Si sa che quello di Cantù non è mai un campo facile. Complimenti gli avversari, ma questa sera abbiamo delle grandi responsabilità nella sconfitta”.

Coach Sacripanti commenta così la bellissima vittoria della sua Acqua Vitasnella contro il Banco di Sardegna Sassari: “Credo sia stata una partita molto importante, non solo per i due punti arrivati contro una squadra ancora imbattuta, ma soprattutto perché siamo riusciti a contenere il miglior attacco del campionato. Abbiamo infatti tenuto a 75 punti una squadra che, in media, ne segna 86. Questa è la conferma del grande lavoro che stiamo facendo e che stiamo cercando di portare avanti con enorme dedizione. Siamo sicuramente stati bravi – ha continuato il coach bianco- blu – a imporre fin da subito il nostro ritmo alla gara. Solitamente è Sassari a cominciare benissimo i match, in questo caso invece siamo stati più pronti noi e nel primo quarto abbiamo dato un segnale molto forte. Ogni tanto commettiamo qualche sciocchezza dettata dalla poca lucidità, come quella di Feldeine contro la pressione a un minuto dalla fine, ma credo che complessivamente siamo stati protagonisti di una prova di grande solidità. Siamo stati attenti sui raddoppi dei loro pick and roll e abbiamo fatto uscire la palla chiudendo bene i triangoli. Questo ci ha portato a prendere dei buonissimi tiri. Siamo davvero contenti perché stiamo mettendo le nostre individualità al servizio del gruppo”.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy