Cantù – Sassari, le pagelle: Feldeine in scioltezza, il Pianella rimane tabù

0

ACQUA VITASNELLA CANTÙ JOHNSON-ODOM: partenza shock per il numero uno di casa, capace di realizzare da solo i primi undici punti della sua squadra con ben due giochi da 3 punti, cosa che incendia un palazzetto mai così caldo da molti mesi; alla lunga risente della stanchezza accumulata in questo inizio di stagione e della luce di Feldeine, ma riesce comunque a contenere la sua solita irruenza nel 1vs1 e a smazzare 5 assist, 7- feldeineFELDEINE: MVP dell’incontro, e non solo perché è il top scorer di giornata con 17 punti, ma perché illumina il campo con le sue decisioni; perde 5 palloni ma ne recupera ben 4 a cui aggiunge altrettanti 5 passaggi decisivi; è sicuramente il giocatore che è mancato a Sacripanti in questo inizio e oggi, ancor più di settimana scorsa, lo dimostra mettendo ordine alla manovra offensiva dei suoi compagni e cercando (e spesso ottenendo) la miglior giocata possibile per smarcare un tiratore, 7.5 ABASS: nel primo quarto partecipa alla sinfonia canturina con una bomba di quelle importanti e una palla sporcata che dà il via all’azione concretizzata da una schiacciata di Feldeine, nella ripresa risponde presente con un’altra tripla e il tap-in di potenza che vale il +8 a tre minuti dalla fine; per il resto a lui l’arduo compito (svolto egregiamente con la solita accortezza difensiva) di dividersi tra i ruoli di 3 e 4 e accoppiarsi a qualunque avversario Sacchetti gli ponga davanti, 6.5 BLOISE: sv LAGANÀ: sv MBODJ: partita della conferma dopo la buona prova contro Bologna per il centrone senegalese, capace quest’oggi di tenere testa ad uno dei migliori pivot del nostro campionato (Lawal), a cui strappa 7 rimbalzi (6 nel pitturato canturino), e di giocare un ottimo p&r con Feldeine che in più di un’occasione lo serve libero sotto il tabellone, 6.5 JONES: pochi minuti nel primo tempo, caratterizzati da una buona presenza sul perimetro e dalla bomba che gli regala gli unici suoi 3 punti di giornata; poi esce scelta tecnica dettata dagli accoppiamenti sfavorevoli con gli avversari, 6 HOLLIS: è l’uomo che non ti aspetti, quello che rimane sul terreno per più tempo di tutti, non collezionando un grandissimo bottino e neanche tanti rimbalzi, ma dimostrandosi prezioso in fase difensiva per tutta la durata dell’incontro, annullando sia Sacchetti che Brooks e quindi buona parte del talento offensivo della squadra sarda, 6.5 BUVA: solo cinque minuti di gioco per il gigante balcanico, a causa di accoppiamenti a lui non congeniali con la mobilità di Lawal, sv GENTILE: come DJO beneficia della presenza di Feldeine accanto a lui nel condurre l’azione, anche se la contemporaneità di tutti e tre gli esterni canturini rischia di fare precipitare le cose nel finale, quando le energie iniziano a venir meno e i piccoli sassaresi chiudono ogni linea di passaggio; nel complesso prova sufficiente, condita da due bombe e 4 assist, ma ancora lontana dalle miglior partite dell’anno scorso, 6.5 WILLIAMS: inguardabile e insalvabile nel primo tempo, quando sbaglia per tre volte l’appoggio facile a canestro, salvatore della patria e vero combattente al rientro dalla pausa lunga, capace di concretizzare quanto poco prima aveva sbagliato; nell’ultimo quarto chiude l’accesso al canestro canturino ai lunghi di Sacchetti, oscurando la potenza di Lawal e catturando ben 12 rimbalzi, andando così a sfiorare la doppia doppia, 6.5 BANCO DI SARDEGNA SASSARI LOGAN: 15 punti per uno dei principali terminali offensivi di Sacchetti, molti dei quali tengono la sua squadra aggrappata a Cantù nel primo tempo; negli ultimi due minuti sbaglia il tiro del possibile pareggio a quota 77, ma ciò nulla toglie ad una prestazione comunque più che sufficiente, 6.5 SOSA: rapidità e irriverenza (vedasi lo sketch con “presunto” bacio a Feldeine a inizio quarto quarto) sono state le chiavi del gioco del brasiliano questa sera, non molto attivo dalle parti del canestro ma bravo a recuperare più di un pallone all’attacco canturino; purtroppo per la sua squadra, realizza solo uno dei due liberi concessigli nell’ultimo minuto di gioco e che avrebbero potuto girare le sorti dell’incontro, 6.5 SANDERS: totalmente assente sul tabellino, si fa notare solo per i quattro tentativi sbagliati dalla lunga distanza, e per questo viene eletto peggior giocatore della partita, 5 DEVECCHI: solo dieci minuti per lui, giocati come al solito con la consueta lucidità difensiva; si attira le ire del pubblico per qualche atteggiamento sopra le righe nei confronti di Feldeine e qualche scambio d’opinioni di troppo con gli arbitri, per il resto nessun tiro preso, 5 Shane LawalLAWAL: è il migliore in campo dei suoi, nonostante non sia il loro miglior realizzatore (13); cattura 10 rimbalzi dopo aver combattuto da solo contro il Williams o il Mbodj di turno, concretizza due stoppate una più bella dell’altra a quote irraggiungibili d’altezza e altrettante schiacciate che fanno riaffiorare i fantasmi romani ai tifosi presenti, 7 DYSON: top scorer per la squadra di Sacchetti, ha la bravura di bucare la retina nei momenti topici dell’incontro, come a fine primo tempo e a 3′ dal termine della partita, quando in entrambe le occasioni ricuce il gap di svantaggio ad un solo possesso di differenza, 7 SACCHETTI: si fa notare più per l’atteggiamento sfacciato mostrato in campo che per le sue doti balistiche, fortemente condizionate da uno scarso minutaggio, 5.5 VANUZZO: sv BROOKS: alla prima da giocatore avversario riceve la standing ovation da quelli che furono i suoi primi tifosi in Italia, e forse un po’ troppo condizionato dall’emozione non riesce ad incidere così come in altre occasioni, nonostante una prova discreta da 7 punti e 6 rimbalzi, 6+ TODIC: prestazione a tinte opache per il lungo sassarese, uscito a metà terzo quarto per una forte contusione e rientrato solo nel finale per l’arrembaggio alla caravella canturina; nei pochi 12 minuti giocati realizza comunque 7 punti, 3 rimbalzi e 2 palle recuperate, mettendo spesso in difficoltà la difesa di casa con la sua altezza, ma mai concretizzando questo suo vantaggio in modo convincente, 6

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here