Caserta-Cremona, la sala stampa: le parole di Lepore e Dell’Agnello

Il post partita di Pasta Reggia Caserta-Vanoli Cremona.

di Emanuele Terracciano

Sandro Dell’Agnello: Due cose: per noi oggi era difficile perché dalla palla a due abbiamo avuto una pressione addosso lampante, la seconda cosa è che ringrazio i tifosi che ci hanno aspettato e che ci hanno dato la spinta per vincere la partita. Abbiamo dimostrato carattere e abbiamo fatto cose buone anche in difesa con grande raziocinio. Bostic e Cefarelli sono tante settimane che non si allenano e li voglio ringraziare. Lo ro avevano vinto due tre partite e oggi c’era la variabile impazzita di Johnson Odoma. Dirò una bestemmia: noi abbiamo difeso bene su di lui ha fatto tutti canestri difficili. Abbiamo costruito tanti buoni tiri ma non abbiamo segnato mai nel primo tempo. È un nervosismo che ci siamo autocreati non tanto giustificato. Nello spogliatoio ci siamo resi conto che i problemi nella vita sono altri e bisogna sempre giocare senza paura“.

31890703474_9b9bd7049a_z

Paolo Lepore: Potrei fare la replica delle altre partite, siamo come Penelope: facciamo la tela e poi la disfiamo. Le partite si vincono nell’ultimo quarto e noi abbiamo preso trentatre punti, di più di quanto avevamo subito nei primi venti minuti. Purtroppo nessuno di noi pensava che Darius da solo potesse risolvere le problematiche che avevamo. È successo quello che non doveva succedere e lo abbiamo fatto succeder per nostri demeriti. Darius è arrivato tre giorni fa e deve conoscere i compagni. Non ce l’ho con l’attacco ma con la difesa. Dobbiamo lavorare tanto, adesso abbiamo una partita importante con Torino e poi dobbiamo lavorare per inserire Darius. La chiave di tutto sono i trentatre punti subiti nell’ultimo quarto. Sono contento perché comunque la squadra ha avuto un’ottima reazione ma purtroppo sono molto arrabbiato perché l’ultimo quarto dovevamo avere un altro atteggiamento. Se non capiamo che bisogna giocare e vincere nell’ultimo quarto giocando aggressivi in difesa le partite finiranno sempre allo stesso modo

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy