Caserta-Milano, la sala stampa: le parole dei coach Dell’Agnello e Repesa

Il posto partita di Caserta-Milano.

di Emanuele Terracciano

Sandro Dell’Agnello:Volevamo una risposta e l’abbiamo avuta visto che credo che questa sia stata una delle nostre migliori partite del campionato. Purtroppo oggi abbiamo tirato malissimo da tre cosa che è ancora più grave se giochi contro Milano, formazione contro la quale è ancora più difficile avvicinarsi al ferro. Siamo una squadra che solitamente non è avvezza a mettere le mani addosso agli avversari, eppure chiudiamo con 17 liberi a favore e ben 30 contro. Loro hanno più spessore, più talento, probabilmente avrebbero comunque vinto il match, ma certe cose possono fare la differenza. Va comunque bene lo stesso, sono contento della risposta che abbiamo dato e della strada che abbiamo intrapreso. Sono soddisfatto anche della prestazione di Berisha, che è un atleta che capisce il gioco e che ci regala maggiore esperienza. Si è allenato con noi pochi giorni e qualche volta è rimasto un giro indietro, ma ci potrà sicuramente dare una mano. Stasera è stato tutto positivo tranne il risutlato finale. Per quanto riguarda Johnson posso dire che non ha giocato a causa di una alta febbre. Abbiamo avuto troppi alti e bassi, ma oggi abbiamo avuto soprattutto alti“.

32902575342_473929d602_z

Jasmine Repesa:Loro si preparavano da due settimane e l’hanno fatto bene mentre noi in questo periodo abbiamo giocato quattro volte. Si è visto poi abbiamo migliorato la difesa con i cambi sistematici e l’abbiamo ripresa. Sul più sette dovevamo chiuderla ma con qualche errore gli abbiamo permesso di riprendere fiducia. Poi abbiamo vinto con merito. Kalnietis mi è piaciuto in questi ultimo tempi soprattutto per la difesa. In attacco qualche volta ha avuto troppa fretta e su questo deve lavorare perché sa fare tante cose diverse. La classifica? Restiamo con i piedi per terra. Ora dobbiamo consolidare il primo posto che è importante ma abbiamo tanti problemi con gli infortuni. Dopo Simon ora anche Dragic e speriamo non sia nulla di serio. Per fortuna abbiamo sempre sei o sette giocatori che rispondono sempre“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy