Caserta, riecco il déjà vu di inizio estate

Caserta, riecco il déjà vu di inizio estate

Iavazzi vuole lasciare mentre il Consorzio si defila.

di Emanuele Terracciano

Potremmo estrapolare ampli stralci di quanto vi scrivevamo più o meno un anno fa per descrivere la situazione che la Juvecaserta si sta trovando a vivere. Una striminzita salvezza in tasca, il patron stanco e intenzionato ad andare via, le mille parole e i pochi fatti di un territorio che sembra davvero non aver più alcun interesse per una società che ha esportato il nome della città di Caserta in giro per l’Europa, gli ingredienti della tipica tarda primavera casertana ci sono tutti e non ci resta che stare alla finestra e sperare quanto meno in una fine non troppo cruenta per una piazza storica del nostro movimento.

Nei giorni scorsi vi avevamo riferito delle indiscrezioni di stampa secondo le quali un Consorzio di imprenditori sarebbe stato pronto a rilevare la Juvecaserta, ma venerdì scorso, mentre si rievocava la passione di Cristo, il sindaco Marino, in un’intervista ai colleghi di Casertace, ha gelato l’intera piazza affermando che il Consorzio non ha alcuna intenzione di investire in società sportive. La reazione di Raffaele Iavazzi è stata abbastanza piccata: infatti, in un’intervista al Mattino, ha dichiarato:”L’idea del Consorzio è nata per la Juvecaserta, se strada facendo hanno pensato che fare business è più importante che salvare la pallacanestro è un altro discorso“.

Questa è la cronaca dei fatti. La serietà che da sempre caratterizza il nostro modo di raccontare la pallacanestro ci impedisce di avventurarci in previsioni che, al momento, non possono essere suffragate da elementi reali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy