Coach De Raffaele: “Preferisco far parlare i fatti più di tanti discorsi”

Coach De Raffaele: “Preferisco far parlare i fatti più di tanti discorsi”

Il coach orogranata ha fatto il punto in vista della ripresa della nuova stagione

di La Redazione

Nella prima conferenza stampa “virtuale” ha parlato coach Walter De Raffaele, ecco l’estratto di quanto ci hanno raccontato:

SULLA RIPRESA

“Sono ovviamente contentissimo, io sono sicuramente un uomo di campo più che di parole, e questo è lo spirito di tutto il gruppo. Anche da parte dei giocatori c’è tanta voglia di tornare a giocare, di stare insieme, di lottare e dare il massimo. Certo ci vorrà un po’ più di elasticità, gli americani dovranno seguire protocolli un po’ diversi, ma un po’ alla volta saranno tutti “tamponati” ed abili e si cercherà di tornare ad una normalità che sarà anche diversa da prima, ma di cui tutti abbiamo bisogno”.

CALENDARIO FITTO DI IMPEGNI

“La parte fisica in questo momento è certamente quella fondamentale, i giocatori sono rimasti fermi per tanto tempo e il rischio di infortuni è altissimo. Questa prima settimana ad esempio i ragazzi saranno praticamente sempre nelle mani del preparatore Colombini. E’ indubbio che con la Supercoppa così vicina la prima fase della manifestazione coinciderà con la fine della nostra preparazione in vista del campionato. Poi come sempre noi daremo il massimo per portare a casa un altro trofeo importante”.

LE CONFERME E I NUOVI

“Quando si conferma un gruppo così importante il rischio è in effetti quello di seguire sempre lo stesso solco, per cui ogni anno si cercano delle varianti rispetto alla stagione passata e in questo il fatto che ci si conosce aiuta molto”.

“Fotu lo seguivo da cinque anni ed è un giocatore importante che può darti una doppia dimensione, può essere molto utile nelle rotazioni dei lunghi, giocando ad esempio anche insieme a Watt, spostando addirittura Daye in 3. Anche D’Ercole credo che mi metterà in difficoltà nelle scelte, perché sicuramente è un giocatore che sa stare in campo e ha senso della competizione”.

OBIETTIVI

“Preferisco far parlare i fatti più di tanti discorsi, poi noi cercheremo di andare più avanti possibile in ogni competizione. In campionato di sono rafforzate sia Milano, che la Virtus, ma anche Brescia, Fortitudo e Sassari e credo sia un bene per tutto il movimento che il livello salga e arrivino giocatori importanti. Per quanto riguarda l’Eurocup c’è un po’ di rammarico per non esserci potuti giocare la Final Eight dopo un percorso splendido. Il nostro girone quest’anno è difficile e stimolante, proveremo a dare il massimo come al solito, anche se sarà certamente più  complicato gestire spostamenti e protocolli in paesi diversi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy