Cremona-Trento, la sala stampa: le parole di Lepore e De Raffaele

i due allenatori commentano le partite delle rispettive squadre

di Riccardo Vecchia

Paolo Lepore è soddisfatto della prova della sua Vanoli Cremona: “Dopo la partita di Caserta avevo detto che questa squadra cominciava a piacermi, ora lo confermo. E che non si dica che hanno contribuito i demeriti altrui, perché stasera ci sono stati solo meriti. L’errore in schiacciata di Harris avrebbe potuto gridare vendetta, invece la squadra è riuscita a rimediare. La cosa più importante è giocare con energia: le prestazioni di Harris e Thomas ne sono state l’emblema. Qualche giocatore questa sera non ha giocato secondo il potenziale. Temevamo la pausa, arrivata ancora una volta a spezzare il ritmo. Alternare difesa uomo/zona ha confuso le idee agli avversari. Nel quarto quarto abbiamo operato scelte poco brillanti, ma abbiamo rimediato. Ringrazio i ragazzi perché a questo punto dell’anno non è facile allenarsi come dico io, ma lo stanno facendo”.

De Raffaele invece commenta la sconfitta della sua Umana Venezia: ! A questi livelli non è possibile giocare solamente 17 minuti contro una squadra che ora vuole vincere. La responsabilità è la mia, la faccia pure. Noi siamo davvero tornati in partita: siamo rientrati da – 26 a -5; e questo è l’unica cosa di positivo mi porto a casa da questa prestazione. Abbiamo cercato di attaccare l’area con Ejim e Peric. Non trascuriamo che abbiamo segnato da tre con il 40% e che nel finale, il poco tempo a disposizione ha implementato l’utilizzo del tiro dall’arco. Da considerare pure che oggi Cremona è una squadra assolutamente competitiva; Johnson-Odom è un giocatore di categoria superiore e che alza la qualità ed il livello di rendimento dei compagni”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy