Cremona – Trieste, la sala stampa di Legovich: “la forza mentale ci ha permesso di portare a casa i punti”

0
Fonte: Uff. Stampa Pallacanestro Trieste

La vittoria dell’Allianz Pallacanestro Trieste contro la Vanoli Cremona è stata molto importante per una serie di motivi: non solo perché è arrivata in trasferta in un momento a dir poco delicato per tutti e, per giunta, con l’assenza di due pedine fondamentali sulla “scacchiera” biancorossa – cioè Adrian Banks e Juan Fernandez. Il risultato che ha dato ragione ai ragazzi triestini è stato ulteriormente impreziosito da un super esordio di Marco Legovich in veste di capo allenatore della compagine giuliana, che nella circostanza – per necessità – ha preso egregiamente il posto del primo allenatore Franco Ciani.

Se alla vigilia della sfida Legovich predicava concentrazione, chiedendo ai suoi massimo rispetto per il team avversario e soprattutto lucidità in campo, viste come sono andate le cose nel recupero giocato sul parquet del PalaRadi, di più non avrebbe potuto chiedere. Questo il suo commento a fine partita: “i miei ragazzi hanno giocato in maniera incredibile. È ovvio che il Covid colpisce tutte le squadra, ma la chiave è come si affrontano le difficoltà che ne conseguono. Ai ragazzi posso solo dire grazie per aver applicato alla perfezione il piano partita”.

La chiave della vittoria? Secondo il giovane tecnico triestino va ricercata nella determinazione: “la voglia di portare a casa il risultato è stata decisiva. Lo sarà anche in funzione della qualificazione alla Coppa Italia. Sembra banale dirlo, ma in questa occasione le persone hanno superato i giocatori. Eravamo esausti sul 73-71, in più con la paura di vanificare tutto ciò che avevamo fatto nei tre quarti e mezzo precedenti. La forza mentale e un pizzico di fortuna ci hanno permesso di conquistare il risultato contro una validissima Cremona, a cui vanno i miei complimenti”.

Non per ultimo, durante la sala stampa il giovane coach ha ringraziato Franco Ciani: “l’ho sentito al telefono poco fa, sono sollevato per aver centrato questa vittoria: voglio ringraziarlo per quello che è successo stasera. Allo stesso modo ringrazio anche Francesco Comuzzo, perché abbiamo fatto i salti mortali per portarlo con noi a darmi una mano. Non voglio anteporre la mia partita a quella dei ragazzi, ci siamo preparati seppur con poco tempo a disposizione, in soli 3 allenamenti, ma con la mentalità e l’atteggiamento giusti. Sono fiero del grande legame costruito con i ragazzi e con la città di Trieste, oggi sentivo una grande responsabilità e sono contento e fiero della squadra che ho la fortuna di allenare”.

Messo in cassaforte l’ottavo successo stagionale, la Pallacanestro Trieste può già concentrarsi sul prossimo impegno, che domenica 16 gennaio la vedrà impegnata in casa contro Reggio Emilia.