De Longhi Treviso-Carpegna Prosciutto Pesaro, la sala stampa: le parole di coach Menetti e Perego

De Longhi Treviso-Carpegna Prosciutto Pesaro, la sala stampa: le parole di coach Menetti e Perego

Soddisfatto il coach dei veneti di questi due punti molto importanti in ottica salvezza, rammaricato invece il tecnico dei marchigiani che guarda al bicchiere mezzo pieno, l’esser rimasto in partita per tutti i 40′.

di Marco Novello

Massimiliano Menetti (coach De’ Longhi Treviso): “Abbiamo giocato meglio a Trento, ma rispetto alla partita contro la Dolomiti Energia stasera ci portiamo a casa i due punti e per questo bisogna fare i complimenti ai ragazzi. Stasera la partita valeva doppio e si percepiva; siamo stati poco brillanti, pasticcioni in avvio con palle perse banali ed esecuzioni non all’altezza, ma l’aver avuto in testa che quella di stasera era una partita importante oltre che chiave della stagione ce l’ha fatta portare a casa. L’unica nota stonata di tutto l’incontro è stato il nostro inizio molle, l’aver concesso 27 punti agli avversari è davvero troppo. Questo non dovrà accadere in futuro in altre partite importanti della nostra stagione. Avevo detto alla vigilia che erano due punti che in realtà valevano quattro, per noi sono tali ce li godiamo fino a mezzanotte, poi testa alla prossima partita contro la Virtus.”

Federico Perego (Coach Carpegna Prosciutto Pesaro): “ Siamo molto rammaricati e arrabbiati dato che per la prima volta siamo rimasti in partita fino alla fine e la gara si è decisa molto probabilmente con il break che abbiamo subito all’inizio del terzo quarto. Siamo stati bravi a recuperare in più occasioni, questo match ci ha visto fare dei passi avanti in attacco: dobbiamo trovare degli stimoli per fare qualcosa in più e in meglio giorno dopo giorno. Dal secondo quarto Treviso ha aumentato molto la propria intensità difensiva e la fisicità, noi dobbiamo imparare a replicare a questo fattore e continuare sulla strada che abbiamo intrapreso.”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy