Dinamo da applausi, Roma si deve arrendere

0

Una grandissima Dinamo batte meritatamente l’Acea Roma 80-68, e davanti al pubblico delle grandi occasioni strappa solo applausi e torna alla vittoria dopo due sconfitte consecutive. Roma è sembrata tutt’altro che irresistibile e ha mostrato molte incertezze soprattutto in difesa dove ha permesso a Sassari tiri facili e aperti facendole toccare anche il +19 nel terzo quarto. A parte un buon Datome e un Dedovic appena sufficiente, la squadra di Lino Lardo ha patito le assenze di Maestranzi e Dasic, uomini chiave per la squadra romana. I sardi hanno messo in mostra un ottimo Travis Diener autore di 12 punti e 11 assist, e un concretissimo Quinton Hosley che si è saputo riscattare dopo le prove opache contro Milano e Avellino, realizzando 17 punti e 3/5 da 3. Da sottolineare anche i progressi di Hunter e i 10 punti di Mauro Pinton autore di 2 triple e 10 punti totali. Gli uomini di Sacchetti si portano a 6 punti in classifica con un gruppone formato da ben sette squadre e dalla stessa Roma. Nel prossimo match il Banco sfiderà la Banca Tercas Teramo in una sfida che vale tanto, soprattutto per allontanare le zone basse della classifica e raggiungere il prima possibile la salvezza.

 

Cronaca del match:

Il quarto si apre con i primi punti di Hosley e Datome, Plisnic con una tripla e Drake Diener provano a far scappare Sassari sul 7-2, e costringono Lardo a chiamare timout per rimettere apposto le idee. Datome prova a riportare sotto Roma, ma Drake Diener prima e Hunter, con un’imperiosa schiacciata, lasciano sempre i padroni di casa davanti. Plisnic commette subito due falli e viene sostituito dal capitano Vanuzzo che con una tripla risulta subito decisivo. Gordic dalla linea dei 6,75 riporta Roma sul -5 ma il Banco con due “bombe” di fila tenta di scappare, prima Hosley e poi Drake Diener fissano il risultato sul 22-13. Anche il giovane Metreveli, appena entrato per sostituire Hunter realizza i primi punti e manda la Dinamo sul +11, massimo vantaggio nel quarto. Roma avrebbe la possibilità di portare l’ultimo pallone del primo periodo , ma Dedovic commette sfondamento e nell’azione successiva, allo scadere, Brian Sacchetti realizza la tripla che chiude il quarto sul 29-15.

alt

Il secondo quarto risulta essere più equilibrato del primo, una tripla del baby Marchetti (classe 93′) da una scossa all’Acea, che non ha fatto però i conti con un Travis Diener ispiratissimo; realizza prima un tiro dalla media e poi una tripla che porta la Dinamo sul +17 (35-18). Roma si riporta sotto sul serio nella metà del secondo quarto, quando Crosariol con due punti, e Gordic con un tiro dalla media fanno tremare Sacchetti e lo costringono al timeout. Hunter realizza quattro punti e tiene Roma sempre lontana. Gli ospiti sono però avvantaggiati, prima da un leggero infortunio di Diener, e successivamente sanno sfruttare i punti decisivi di Datome e l’1/2 ai liberi di Crosariol, dimostrando di essere ancora in partita. Il quarto si chiude sul 39-32.

alt

Al ritorno dagli spogliatoi la Dinamo è ancora padrona del campo, e a parte due ingenuità del nuovo pivot Steven Hunter (antisportivo prima e palla persa in attacco nell’azione successiva) la Virtus non ne approfitta, due triple di fila di Hosley prima e Vanuzzo poi, pesano come una sentenza su Roma portando i sassaresi sul +12 e rendendo vani i tentativi di rientrare in partita. Metreveli a metà quarto fissa il risultato sul +19, massimo vantaggio per i giocatori di casa, e mette la parola fine sul match, nonostante poi Sassari tenti in ogni modo di complicarsi la vita nell’ultimo periodo. Il quarto si chiude con i due punti di Pinton che allo scadere fa esplodere il PalaSerradimigni chiudendo con il risultato di 62-49.

L’ultimo quarto, grazie anche alle incertezze del Banco, vede Roma rientrare momentaneamente nel match, portandosi addirittura sul -8 e a con la palla del possibile -6 più volte sprecata. Hosley e Drake Diener con due triple chiudono definitivamente la disputa. C’è tempo per i canestri finali di Datome e di Travis Diener, importanti solo per il tabellino. La partita finisce tra gli applausi del PalaSerradimigni, con il risultato di 80-68.

 

alt

Sacchetti in conferenza stampa analizza la vittoria con entusiasmo: “Un gran primo quarto, pensavamo la partita fosse già finita e abbiamo fatto riavvicinare Roma, nell’ultimo eravamo molto stanchi specialmente Travis. E’ stato importante, che abbia giocato un primo tempo da vero playmaker, tutti tiri coi piedi per terra e assist da vero regista.” L’allenatore di Sassari analizza anche l’importanza della sosta: “Una dinamo diversa dopo il riposo, nel primo quarto volevamo avere una atteggiamento diverso e c’è stato, l’importante è tenere questa facilità di far canestro e continuare così.” Infine un giudizio sui due pivot: “Hunter deve arrivare in condizioni fisiche migliori, sotto canestro deve fare il vuoto, ancora non lo fa, ma ci stiamo lavorando nonostante abbia avuto buoni sprazzi.” e ancora: “Metreveli ha fatto il suo, ha bisogno di spazio e anche di sbagliare dei tiri facili per imparare.”

 

alt

Lardo: “ Il primo quarto ha condizionato tutta la partita, chiaramente nelle ultime due settimane ci siamo allenati a ranghi ridottissimi, e siamo venuti qui per giocarci la nostra partita. Non volevamo entrare in campo pensando di doverci risparmiare, ma abbiamo lasciato troppi tiri aperti e Sassari ci hanno punito”. Lardo è comunque orgoglioso dei suoi ragazzi: “Dal terzo quarto in poi non posso rimproverare niente ai miei ragazzi. Complimenti a Sassari che ha degli ottimi tiratori e ha sempre accellerato ogni qualvolta ci siamo riavvicinati”. Infine due pensieri: ” Ringrazio infine i tifosi che ci hanno seguito fin qui in Sardegna e voglio ricordare con affetto anche Mimì Anselmi che quando giocavo qui vent’anni fa a Sassari è sempre stato un punto di riferimento per tutti”.

 

Dinamo Banco di Sardegna Sassari: Metreveli 7, Binetti 0, Hosley 17, T. Diener 12, Sacchetti 3, Plisnic 3, D. Diener 16, Vanuzzo 6, Pinton 10, Hunter 6.

All. Romeo Sacchetti

Acea Roma: Marchetti 5, Tonolli 0, Crosariol 7, Datome 18, Dedovic 12, Gordic 10, Staffieri 0, Tucker 10, Slokar 6.

All. Lino Lardo

(29-15, 39-32, 62-49, 80-68)

Arbitri: Carebuch, Sardella, Caiazza

Mvp Basketinside: Travis Diener

 

L’album fotografico della partita a cura di Luigi Canu:

http://www.flickr.com/photos/basketinside/sets/72157628050299559/