Discovery+ Supercoppa – Brindisi-Sassari, la sala stampa con Vitucci e Cavina

0

Queste le dichiarazioni post partita dell’allenatore biancoazzurro: “Il primo tempo è stato di ottima caratura difensiva concedendo solo 25 punti ai nostri avversari. Nel terzo quarto abbiamo sofferto la loro rimonta ma abbiamo ripreso il filo del discorso mostrando buon carattere, aspetto più importante della partita. A inizio stagione questi alti e bassi nei vari parziali sono più che giustificabili, abbiamo margini per migliorare individualmente e collettivamente. Nick Perkins si è presentato più pronto rispetto alla scorsa stagione e i risultati si vedono. Mi fido molto del nostro nucleo italiano, le loro risposte sul campo non possono che farmi felice”.

Ufficio Stampa Happy Casa Brindisi

Il commento di coach Demis Cavina in sala stampa: “Abbiamo pagato nel primo tempo un impatto alla gara complicato, venivamo da partite con altissima percentuale da tre punti e stasera siamo partiti male. In una serata del genere dovevamo trovate qualcosa in più vicino a canestro non c’è stato in termini di cifre e presenza. Avvicinare la palla alla loro area con la taglia di Brindisi non era facile, ci abbiamo provato nel secondo tempo giocando una pallacanestro diversa, e ci siamo riusciti bene nel terzo ma poi con i falli di Mekowulu ma in generale con una partita sottotono non siamo riusciti a reggere la loro fisicità. Anche quando siamo tornati a 4 punti con due buone azioni difensive di fila con la zona loro hanno preso rimbalzo attacco e questo ha ucciso la partita. Complimenti a Brindisi, ha fatto vedere la grande qualità e la continuità di un nucleo che gioca insieme dallo scorso anno. Il loro miglior quintetto aveva infatti Zanelli, Gaspardo e Perkins. È la prima vera partita con difficoltà che abbiamo giocato finora, ci siamo sciolti soprattutto nel primo tempo non trovando i nostri punti di forza. Ora dobbiamo resettare e capire, rivedendo gli errori, cosa potevamo fare: sappiamo che è importante trovare una sostanza diversa sotto canestro e a rimbalzo. E dovremo lavorare sulle palle perse che questa sera son state troppe: dobbiamo essere più bravi a leggere le situazioni arginando le perse banali”.

Ufficio Stampa Banco di Sardegna Sassari

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here