[ESCLUSIVA] Giacomo Galanda: “Coppa Italia trofeo importante: stupito in negativo da Milano, punto su Brindisi”

Le parole di Galanda sulle Final Eight di Coppa Italia 2019.

di Lucia Montanari, @LuciMonta15

Durante le Final Eight di Firenze abbiamo incontrato Giacomo Galanda che ci ha parlato delle sue sensazioni sulla competizione e del difficile momento di Pistoia.

1. È il secondo anno qua a Firenze per le Final Eight di Coppa Italia: come pensi che questo evento possa essere valorizzato in una terra di basket come la Toscana?

Beh sicuramente è un successo perché comunque Firenze da molti anni non ha il basket di primo livello, cioè non ha una Serie A, anche se comunque c’è Pistoia qui vicino che sviluppa un movimento di ampio respiro. Firenze però allo stesso tempo è una città che ama il basket e la grande partecipazione e risposta di pubblico durante l’evento ne è la dimostrazione. Il Mandela Forum è sicuramente un palazzetto che si presta benissimo per questo tipo di eventi. Devo dire che il bis dell’edizione è data dal successo dell’anno scorso e anche quest’anno stiamo assistendo ad un grande spettacolo dentro e fuori dal campo.

2. Chi ti ha stupito di più e cosa ti è piaciuto maggiormente sul campo fino ad ora?

Devo essere sincero, mi ha stupito in negativo Milano. La Virtus mi è piaciuta molto, ma in generale tutte le squadre che hanno vinto, lo hanno fatto meritatamente. Si vede che si viene qua per vincere: negli anni passati forse questo trofeo veniva anche snobbato dalle società, mentre negli ultimi periodi è diventato un appuntamento importante per tutti e un trofeo da conquistare. Abbiamo seguito un po’ il trend che si era sviluppato in altri movimenti cestistici europei e chi arriva alla Coppa Italia con tanta voglia di vincere, ha molte possibilità di portarla a casa.

3. Secondo te chi vincerà questa Coppa Italia?

Avevo un sentore su Brindisi, però devo dire anche la verità, fino ad ora ho sbagliato tutti i pronostici dei quarti di finale. Quando si fa un pronostico, in particolar modo per la Coppa Italia, di solito questo viene ribaltato, come abbiamo visto negli scorsi anni, quindi non vorrei portare male a Brindisi.

4. Un commento sul difficile momento di Pistoia…

Pistoia in questo momento è un po’ in difficoltà, ha fatto degli errori di struttura ad inizio anno ed ora li sta pagando, perché soprattutto non ha avuto continuità durante il corso della stagione. Ha avuto problemi e la classifica poi presenta il conto. In questo momento il segreto è quello di non guardare la classifica e continuare a fare il proprio lavoro, cercando di dare il massimo fino in fondo. Niente è scontato, perché i punti conquistati da Pistoia probabilmente sono arrivati nelle partite più difficili, allo stesso modo però si sono perse grandi occasioni per prendere fiducia e ribaltare il trend iniziale.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy