F8 Semifinale: le pagelle di EA7 Milano – Enel Brindisi

0

EA7 EMPORIO ARMANI MILANO (a cura di Manuel Berti) RAGLAND 5 – Un paio di fiammate e poco altro, prestazione ancora insufficiente per l’ex Cantù BROOKS 6,5 – E’ il miglior marcatore di Milano, ma con una percentuale del 33% dal campo. Non devastante come ci si potrebbe aspettare, ma tiene sempre in apprensione la difesa brindisina. GENTILE 4,5 – Glaciale dalla lunetta, ma dal capitano dell’Olimpia ci si aspetta altro. Deleterio nel primo tempo quando sbaglia tutto, dando una mano al rientro di Brindisi. MELLI 6 – Per lo schiaccione che manda l’EA7 in finale, ma è l’unico canestro su 6 tentativi a cui si aggiunge un terribile 2/6 dalla lunetta. Il plus/minus però gli sorride: Milano da +21 con lui in campo. KLEIZA 7 – Bisogno di chiudere il match? Citofonare Kleiza: inesistente nei primi tre quarti (minutaggio limitato per lui), poi ne mette 5 di fila più la tripla della staffa. JAMES 4,5 – Due minuti, tre falli: alla prossima… HACKETT 6,5 – Il cuore e la grinta non gli mancano mai, ma con un 4/12 dal campo che grida vendetta SAMUELS 7 – Eric parte forte sovrastandolo, si riprende con una grande presenza sotto le plance firmando 12 punti, subendo 5 falli e catturando 5 rimbalzi. MOSS 8 – Una gioia per gli occhi per chi ama il basket. Pullen se lo sta ancora sognando, ma la sua gara non è solo in difesa: 12 punti (con 6 tiri dal campo), 5 assist, 5 rimbalzi. Se l’EA7 torna in finale dopo 19 anni, una gran parte del merito è suo.   ENEL BRINDISI (a cura di Andrea Ciaccia) PULLEN 5 – Dopo due partite strepitose, oggi aveva le polveri bagnate, peccato perché le sue triple sarebbero servite come il pane a Brindisi, perde 5 palloni, e prende tante “botte” sulle braccia. HARPER 6,5 – Appena entra mette subito 5 punti, si perde nei minuti in cui Bucchi lo ributta nella mischia, salvo poi mettere una bomba a 7 minuti dal termine che evita a Milano di prendere il largo. JAMES 5 – Anche lui non pervenuto quest’oggi, Melli lo riesce a chiudere bene, in un paio di occasioni cerca di entrare ma gli viene chiusa prontamente la strada, dopo la partita di campionato, anche in questa non riesce ad esprimere il suo potenziale, nel finale una palla rubata a Gentile sul -4 è stata ritenuta fallosa dagli arbitri, episodio forse decisivo, se Brindisi si fosse portata sul -2 il finale sarebbe potuto essere diverso. BULLERI 6,5 – Contro la sua ex squadra nei minuti in campo oggi riesce a risultare decisivo anche al tiro, nell’ultimo quarto segna la tripla del meno 3 che riapre le speranze di Brindisi, ingenuità però che costa caro sempre nell’ultimo quarto quando perde un pallone su rimessa laterale. COURNOOH s.v. – Anche oggi troppi pochi minuti in campo per poter esser valutato. DE GENNARO N.E.DENMON 7- – Nei primi due quarti il migliore di Brindisi, segna triple, attacca il canestro e serve assist, si perde un pò nella seconda parte dell’incontro, ma da l’impressione di essere un giocatore ritrovato. MORCIANO N.E.ZERINI 6 – Sempre il solito mastino in difesa quando Bucchi lo butta nella mischia, oggi solo 9 minuti. TURNER 5 – Dopo alcune partite decisamente positive oggi si prende una pausa, peccato perché oggi Milano non sembrava imbattibile e i suoi punti avrebbero potuto regalare una sorprendente vittoria a Brindisi, forse ha sofferto la difesa dura e sempre con le mani addosso di Milano. MAYS 6- – Di nuovo, o meglio ancora problemi alla caviglia che non gli permettono di rendere quello che potrebbe, Brindisi ha bisogno di lui. Oggi però in area non riusciva ad essere servito e in difesa gli arbitri gli hanno concesso poco e niente. ERIC 6,5 – Bucchi lo schiara nello starting five, parte subito bene, poi inspiegabilmente vede il campo poco nel resto della partita.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here