FOCUS: AX Armani Exchange Olimpia Milano

FOCUS: AX Armani Exchange Olimpia Milano

In attesa che la stagione ricominci, e supponendo che potrà proseguire fino al termine, facciamo il punto della situazione in casa Olimpia

di Stefano Bartolotta

Ecco il focus sull’andamento della stagione dell’Olimpia Milano:

SITUAZIONE VINTE/PERSE: 14-7 è il record dell’Olimpia in campionato, mentre quello in EuroLega è 12-16.

POSIZIONE ATTUALE IN CLASSIFICA quarta (stessi punti di Brescia, che però ha il vantaggio negli scontri diretti)

ANDAMENTO DELLA STAGIONE: l’Olimpia non sta certamente rispettando le aspettative, sia in campionato che in EuroLega. Dal primo punto di vista, l’inizio è stato disastroso, poi le vittorie hanno iniziato ad arrivare, ma se si guardano i risultati, compresa la Coppa Italia, contro coloro che, a oggi, comporrebbero la griglia dei playoff, si notano diverse sconfitte (contro entrambe le bolognesi, contro Cremona, contro Venezia in Coppa e due volte su due contro Brescia), segno che le difficoltà sono destinate a presentarsi con continuità anche all’interno dei confini nazionali. In EuroLega, la classifica dice che la squadra, allo stato attuale, è fuori dai playoff, ma è ancora tutto molto aperto, visto che è in programma una serie di scontri diretti. Il problema è che, dopo un ottimo inizio, sono arrivate numerose sconfitte, e il gioco espresso in campo non è mai stato allo stesso livello non solo delle squadre migliori, ma nemmeno di quelle che arrivano immediatamente dopo.

COSA DICE LA “PIAZZA”: in casa Olimpia c’è una profonda e insanabile divisione tra i sostenitori di Messina a prescindere, che insistono molto con la necessità che il progetto del coach siciliano debba durare alcuni anni prima che possano essere emessi giudizi definitivi, e coloro che guardano ai risultati nell’immediato e anche al fatto che il roster attuale ha un’età media piuttosto alta, e che, pertanto, si debba essere non solo delusi per il rendimento nella stagione corrente, ma anche preoccupati anche cercando di guardare le cose a lungo termine. Il focus guarda anche alle discussioni social che sono spesso molto accese e non c’è un briciolo di serenità o di unità nella tifoseria, anche se al palazzetto non ci sono contestazioni, ma solo perché i delusi stanno a casa, e l’atmosfera che si respira durante le partite è, molto spesso, quella di un acquario.

CHI HA STUPITO/DELUSO: poiché i giocatori che compongono il roster sono già piuttosto affermati, è difficile parlare di stupore in senso positivo, dato che, da tutti, ci si aspetterebbe un buon rendimento. Ci sono stati alcuni exploit inaspettati di Della Valle e Moraschini, ma nulla di più. Come delusioni, sicuramente si deve partire da Mack e White, apparsi subito inadeguati e tagliati dopo pochi mesi, poi si deve passare a Nedovic per i continui infortuni, a Gudaitis, che sicuramente risente anche lui degli infortuni ma che, più di una volta, è apparso proprio a disagio nel sistema di Messina, a Roll, che finora è stato troppo discontinuo.

EVENTUALI ACQUISTI/PARTENZE (UFFICIALI ED EVENTUALI RUMORS): i tesseramenti sono finiti e non ci sono voci di alcun tipo relative a niente, nemmeno di eventuali stranieri che, come successo in altre squadre, vogliano lasciare l’Italia per via dell’emergenza sanitaria.

OBIETTIVO PER IL FINALE DI STAGIONE: vittoria dello scudetto e partecipazione ai playoff di EuroLega, ma la cosa più importante sarà il lavoro dietro le quinte per il prossimo mercato estivo, il più importante per Milano probabilmente degli ultimi vent’anni. Se, infatti, non ci sarà la sensazione quantomeno di un roster che possa durare nel tempo ad alto livello, sarà molto facile che Giorgio Armani si arrenda e abbandoni tutto, e sarebbe la fine del basket di alto livello sotto l’ombra della Madunina.

Clicca qui per leggere tutti gli altri FOCUS sulle squadre di Serie A

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy