[ESCLUSIVA] Fortitudo Bologna, il GM Carraretto: “Difficile giocare con poco pubblico ma nessun problema economico per ora”

L’intervista al GM della Fortitudo Marco Carraretto intervenuto nella tramissione “Vicini di banco” in onda su Radio Basket 108

di Mario Giuliante

Ospite della trasmissione “Vicini di banco” in onda su Radio Basket 108 e condotta da Mario Giuliante e  Michele Fiorenza, il General Manager della Fortitudo Bologna Marco Carraretto ha fatto il punto del momento, parlando della squadra, del mercato e della situazione pubblico, dopo il nuovo Dpcm.

Un estratto delle sue parole:Quest’anno si è rivoluzionata la parte sportiva, cambiando allenatore e buona parte della squadra, ed era quindi normale avessimo un po’ di rodaggio; la squadra aveva bisogno di tempo per conoscerci, pertanto non abbiamo fatto benissimo nelle prime due partite di campionato, soprattutto a livello difensivo, ma molto meglio nelle partita contro Trento. Facendo questo lavoro è normale guardarsi attorno per cercare di migliorare il roster, intervenendo nel minor tempo possibile qualora ci fossero delle difficoltà, ma preferiamo dare fiducia a questa squadra costruita in estate. Guardiamo al mercato, come abbiamo sempre fatto da inizio stagione, ma concretamente non abbiamo considerato nessun giocatore in particolare, e non abbiamo fatto offerte concrete a nessuno”.

Sul tema pubblico e sulla mancanza del budget legato a questo: “Le partite con poco pubblico non hanno il fascino e non creano le emozioni che c’erano prima. E’ come giocare un’amichevole in campo neutro. Nel nostro caso il pubblico è sempre stato un fattore determinante, e vedere ora le mancanze dei gruppi organizzati e dei tifosi in generale, fa male a noi in primis, ed poi allo sport in generale, in quanto giocare in arene deserte è una desolazione infinita. Capisco il momento e le preoccupazioni, ma bisogna cercare di ridare lo stimolo alla gente per tornare negli impianti, poichè vengono adottate tutte le misure di sicurezza del caso. Chiaramente la società sta facendo i salti mortali per onorare la parte economica e finanziaria, poiché mancando delle entrate importanti, manca di una parte di liquidità che l’anno scorso invece c’era”.

Il GM Carraretto ha parlato anche del rapporto tra il coach e i giocatori dopo la falsa partenza in campionato:Difficoltà di linguaggio fra Sacchetti e la squadra? Non credo. Se ci fosse stata la squadra non avrebbe migliorato le sue performance. Credo ci sia stato invece poco tempo per far assimilare alla squadra il gioco del coach, un gioco fatto di letture, nel quale il numero dei possessi è molto alto, e quindi necessita d’intesa fra i giocatori. E’ un processo lungo, che non è arrivato ancora a termine, ma che ha fatto vedere dei miglioramenti. C’è solo bisogno di stare in palestra e lavorare”.

Fortitudo Virtus

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy