Fortitudo Bologna – Milano, la sala stampa: le parole di Martino e Messina

di Mario Giuliante

Le parole di Antimo Martino dopo la vittoria in casa contro Milano: “Sono molto contento per la prestazione che ha generato la vittoria. Complimenti ai miei ragazzi perchè si sono applicati al massimo per raggiungere un risultato così prestigioso. Concentrazione, repsonsabilità individuale e energia le armi vincenti. I ragazzi hanno mostrato questo, hanno vinto in un’atsmofera incredibile contro una squdra dal blasone importante ed un allenatore di fama mondiale. Speriamo che questa vittoria ci dia la convinzione che possiamo lavorare bene. Mi è piaicuta la voglia di combattere con lucidità sulle cose che abbiamo preparato. I ragazzi hanno interpretato perfettamente le cose che abbiamo provato per mettere in difficoltà Milano sull’arco dei quaranta minuti. Si evidenzia una voglia di giocare insieme ed aiutarsi a vicenda. Se oggi giochiamo con Milano è perchè abbiamo fatto bene l’anno scorso; oggi è una giornata speciale per tutti (staff, giocatori, società, tifosi). Avevamo voglia di vedere sul campo dei miglioramenti; il livello di Milano poteva offuscare questo ma in realtà siamo stati molto bravi perchè abbiamo tenuto sotto tutti i punti di vista. Milano era stanca e poco lucida ma aveva ha disposizione tante soluzioni che noi siam stati bravi ad esaltare ed evidenziare. Questione Ed Daniel: contento per quello che ha fatto, si è sbattuto, ha fatto quello che doveva fare; però non batti Milano da solo ma di squadra. Abbiamo dei giocatori per interpretare le partite ed oggi abbiamo alzato un po’ il ritmo rischiando anche ma non volevamo che Milano si schierasse. Dobbiamo raggiungere un livello di prestazione medio, allontanare quanto visto a Cremona e nelle ultime uscite. Dobbiamo essere un po’ più regolari ed oggi abbiamo dimostrato che siamo questi, più solidi di quello che sembriamo in alcuni momenti e questo è il mio obiettivo per le prossime partite”.

Le parole di Ettore Messina: ” La Fortitudo ha strameritato di vincere, i suoi allenatori hanno fatto un lavoro molto migliore di quello che abbiamo fatto io e i miei assistenti, i loro giocatori hanno giocato meglio di quanto abbiano fatto i miei giocatori. Non ho molto da dire, loro sono stati ordinati, precisi, ben preparati, noi no. Dobbiamo migliorare in tante cose, in tutto, di sicuro non è la prima volta che dopo una partita di EuroLeague non riusciamo a farne una buona in campionato. Il problema delle gare ravvicinate lo abbiamo dall’inizio. Sarei un incosciente se non fossi preoccupato, devo esserlo. In questo momento ci sono tante squadre davanti a noi, che stanno giocando molto bene e anche la qualificazione in Coppa Italia va conquistata. Abbiamo avuto un momento molto buono, ci sono state vittorie in EuroLeague, ma abbiamo sempre avuto il problema delle gare ravvicinate e non mi sono mai illuso perché sono troppo esperto per farlo”.

(Fonte www.olimpiamilano.com)

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy