Gandini: “Senza pubblico le società non sopravvivono”

Le parole del presidente LBA a La Gazzetta dello Sport.

di La Redazione

Il nuovo DPCM che entrerà in vigore dal 15 ottobre p.v. potrebbe costringere le società a dover chiudere di nuovo le porte dei palasport, appena riaperte seppur con grandi limitazioni. A riguardo ha voluto dire la sua Umberto Gandini, presidente di LBA Lega Basket Serie A, nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport.

“A repentaglio è la sopravvivenza delle società, già prostrate dalla contrazione dei ricavi. Serve più attenzione ai comparti che non siano il calcio, altrimenti il sistema non sta in piedi. Servono aiuti diretti, sgravi fiscali o interventi a fondo perduto. Rispettando i protocolli abbiamo dimostrato che si può assistere ad una partita di pallacanestro in totale sicurezza.

Il Comitato 4.0 ha presentato un piano per acconsentire il 25% della capienza dei palasport fino a 10000 posti, ma non abbiamo ricevuto alcuna risposta”, ha concluso il presidente LBA Gandini a La Gazzetta dello Sport.

Palazzetto dello Sport

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy