Germani Basket Brescia, sotto la lente: Gerald Beverly

Germani Basket Brescia, sotto la lente: Gerald Beverly

Focus su Beverly.

di La Redazione

GERALD BEVERLY

Quello dei lunghi è stato finora il reparto più laborioso da gestire da parte di Andrea Diana e dal coaching staff della Leonessa. Nei quintetti biancoblu che si alternano sul parquet di gioco, infatti, non sempre lo spot di centro è ricoperto da un big man di ruolo.

Tale assunto è confermato dall’analisi delle statistiche di Gerald Beverly. Il centro dello stato di New York ha un minutaggio medio di 18.3 minuti per gara, il dato più basso in Serie A per un centro titolare, considerato che nelle 19 partite disputate è partito in quintetto in ben 16 circostanze.

Nel periodo che trascorre sul parquet di gioco, Gerald Beverly produce 7.8 punti per gara, beneficiando di 8.6 possessi di media e riservandosi 6.4 tiri a partita. In sostanza, il lungo della Germani ha un numero esiguo di possibilità di produrre punti ed è chiamato a sfruttare meglio le occasioni che gli capitano durante la partita.

La percentuale realizzativa da due (47%), infatti, non può non tenere conto del ruolo ricoperto e, in particolare, della zona del campo dove Beverly predilige operare: lo statunitense, infatti, gioca nel pitturato l’85.2% dei propri possessi, producendo 5.1 punti di media a gara.

Un altro dato nel quale Beverly può crescere riguarda la produzione da rimbalzo offensivo: fisicamente prestante, straripante dal punto di vista atletico, il prodotto di Daemen College ha tutto per diventare un fattore sotto le plance. Oggi, a fronte di 2.4 rimbalzi offensivi arpionati a gara, i punti che ne scaturiscono sono 1.8, mentre nel 19.4% dei casi il numero 18 della Leonessa riesce a lucrare almeno un tiro libero.

Pietro Pisaneschi
Ufficio Stampa e Comunicazione
Digital Manager
Basket Brescia Leonessa

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy