Il saluto di Antonello Riva alla città di Roma

0

Buongiorno a tutti, è mia abitudine, quando lascio una città scrivere una lettera di saluti .

CIAO ROMA,

sono iniziate le operazioni per il trasloco da Roma,non ancora certa la destinazione, ma con buone probabilita’ sara’ il rifugio brianzolo lasciato diversi anni fa. Devo essere sincero: arrivai lo scorso anno con grande entusiasmo e grande carica,conscio delle difficolta’ ad operare in una grande citta’ ma con l’intento di mettere a disposizione l’ esperienza e la capacità che so di avere. Oggi me ne sto andando deluso e rammaricato,soprattutto per non essere riuscito a lasciare la mia impronta,ma,come sempre nella mia carriera,senza rimpianti e sicuro di aver dedicato le mie giornate per il bene della Virtus. Essendo stato giocatore sono da sempre abituato a prendermi le responsabilità, e continuo a farlo anche da dirigente, nonostante i giudizi sul tuo operato dipendono solo da quella palla che, invece di far esplodere in un ciuff la retina, gira sul ferro ed esce o da un infortunio al giocatore più in forma . Voglio ringraziare tutti i miei collaboratori coi quali ho condiviso giorno per giorno il lavoro ,la stampa, i tifosi e gli amici , e augurare il miglior futuropossibile alla Virtus.

Ciao Roma..

Antonello Riva