La Reyer si aggiudica il primo derby stagionale contro Treviso

La Reyer si aggiudica il primo derby stagionale contro Treviso

Nonostante fosse una amichevole le due squadre non si sono risparmiate dando vita ad uno spettacolo davvero piacevole. Ottima prova dei ragazzi di De Raffaele che fanno valere la profondità del proprio roster. Per Treviso come al solito ottime prove di Logan e Parks.

di Marco Novello

Amichevole di prestigio questa sera a Pieve di Soligo (Tv); la neo promossa De’ Longhi Treviso, infatti, nel terzo impegno di questa sua pre stagione sfida nel più classico dei derby i campioni d’Italia della Reyer Venezia.

QUINTETTO BASE DE’ LONGHI TREVISO: Alviti, Imbrò, Chillo, Parks,Logan

QUINTETTO BASE REYER VENEZIA: Tonut, Stone, Bramos, Watt, Udanoh

Il derby veneto stenta a decollare in avvio, le squadre risentono dei carichi di lavoro settimanale non riuscendo ad esprimersi al meglio; tuttavia dopo un’iniziale fase di stallo Udanoh, da una parte, Logan-Parks dall’altra sbloccano l’iniziale parità (5-4 TVB dopo 3’). Treviso sembra ora avere le gambe più leggere rispetto agli orogranata e con continui pick ‘n roll sull’asse Imbrò-Chillo trova per ben due volte il fondo del secchiello (10-6). Watt dimezza le distanze con un semigancio mancino, Udanoh però trema dai liberi non riuscendo ad impattare il risultato (10-9). Treviso prova a cavalcare questo momento favorevole, Venezia però resta attaccata nel punteggio creando così una situazione di stallo che perdura per diversi mintu, ad un canestro biancoazzurro, infatti, arriva puntuale la replica dei campioni d’Italia (17-16 dopo 7’). I liberi di Daye, a poco più di due minuti dalla fine, tuttavia scrivono il primo vantaggio lagunare rimpinguato poi da Vidmar (17-19). I primi 10’ di gioco terminano sul punteggio di Treviso 18-21 Reyer Venezia.

Il secondo quarto si apre con il floater di Chappell a cui Logan risponde con lo stesso movimento nell’altra metà campo (20-23). Entrambe le formazioni alzano i giri ai rispettivi motori rendendo così gradevole questa amichevole; Daye continua a predicare basket restando una vera e propria spina nel fianco per la difesa trevigiana, dall’altra parte però Logan non è da meno, il numero 1 biancoazzurro, infatti, riesce a battere sistematicamente il proprio marcatore pescando poi il compagno per un tiro facile dall’arco. Cooke cerca di mantenere Treviso attaccata nel punteggio, Tonut e Stone però danno il là alla fuga di Venezia che a metà del secondo quarto conduce sul parziale di 35 a 29. Menetti prova ad invertire l’inerzia sfavorevole con cambi continui, gli orogranata dal canto loro riescono a trovare facili soluzioni alternando tiri dalla media a giocate nel pitturato mettendo così in difficoltà la difesa dei padroni di casa. Il buzzer di Chappell manda le due formazioni al riposo lungo sul parziale di Treviso 34-42 Reyer Venezia.

Inizio di ripresa davvero scoppiettante con gli attacchi che danno spettacolo esaltando la folla numerosa accorsa, Logan ed Imbrò mettono a referto tre bombe consecutive, Udanoh, Stone e Watt, quest’ultimo autore di una bella schiacciata a due mani, però tengono avanti la Reyer. Logan, da buon professore, sale in cattedra senza che nessuno nella difesa dei campioni d’Italia riesca a tenere a bada l’ex Sassari che in meno di 5’ ha già messo a referto 11 punti e 3 assist ricucendo di fatto da solo l’intero margine tra le due squadre (54-55). Passata la sfuriata trevigiana, la formazione di De Raffaele torna a giocare il proprio basket, a testimonianza di ciò il parziale di 11-2 con cui i reyerini incanalano la gara; ancora una volta Chappell sul finire del quarto mette il punto esclamativo sul match con l’inchiodata che manda al riposo le due formazioni sul 56 a 66 in favore degli ospiti.

Gli ultimi 10’ di gioco sono letteralmente a senso unico; Treviso tenta una timida reazione, ma Venezia trova sempre una buona soluzione in attacco ricacciando indietro, di volta in volta, gli avversari. La sfida non ha più molto da raccontare, l’Umana, infatti, gestisce l’ampio vantaggio a propria disposizione con entrambi i coach che danno ampio respiro alle proprie rotazioni. Il match si conclude sul punteggio di Treviso 75-89 Venezia

MVP BASKETINSIDE.COM: Stefano Tonut.

De’ Longhi Treviso – Reyer Venezia 75–89 (18-21, 16-21, 22-24, 19-23)

De’ Longhi Treviso: D. Logan 19, D. Alviti 6, J. Parks 19, M. Imbrò 6, S. Tautvydas 0, M. Chillo 10, L. Uglietti 8, L. Severini 0, V. Bartoli 0, L. Bettiol n.e., L. Piccin 0, C. Cooke III 7, all. M. Menetti

Reyer Venezia: N. Berdini 0, I. Udanoh 8, J. Stone 10, M. Bramos 0, S. Tonut 18, A. Daye 15, A. De Nicolao 5, J. Chappell 15, G. Vidmar 6, B. Cerella 0, F. Pellegrino 0, M. Watt 12, all. W. De Raffaele

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy