La Virtus non si ferma: Treviso va ko nella nuova “Segafredo Arena”

La Virtus non si ferma: Treviso va ko nella nuova “Segafredo Arena”

Dopo un primo tempo di marca De’Longhi, la Segafredo si risveglia nella ripresa e inaugura al meglio il nuovo impianto.

di Francesco Strazzari

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – DE’LONGHI TREVISO 84-79 (20-17, 20-29, 28-14, 16-19)

Esorido vincente nella nuova e temporanea “Segafredo Arena” per la Virtus Bologna, che supera Treviso, conquistando l’ottava vittoria consecutiva. I bianconeri mantengono la vetta solitaria in campionato e festeggiano con gli oltre 7000 tifosi giunti nel nuovo impianto in Fiera.

La Virtus fatica a trovare ritmo nei primi 20 minuti di gioco, concedendo troppo nella propria metà campo alle giocate degli ospiti. Un ottimo Logan sale presto in doppia cifra, dimostrandosi il faro dell’attacco trevigiano, mentre dall’altra parte è Markovic a tenere in pista i bianconeri. Nella ripresa lo spartito cambia, con la Segafredo che ritrova la faccia giusta a livello difensivo. Frank Gaines è scatenato e ne mette 15 solo nella terza frazione, portando il vantaggio dei suoi fino alla doppia cifra. Nel finale Treviso prova a riaprire il match, guidata dal talento del solito Logan, ma la Virtus chiude i giochi e fissa il punteggio finale sull’84-79.

Quintetto Virtus: Markovic, Gaines, Weems, Ricci, Gamble

Quintetto Treviso: Nikolic, Logan, Cooke, Tessitori, Fotu

Grande equilibrio nella prima metà del quarto iniziale, con Treviso che risponde colpo su colpo ai padroni di casa. Le giocate di Gamble portano i bianconeri sul 14-10, ma un contro-break di 0-5 mette Treviso davanti. Il canestro di Cooke convince Djordjevic a fermare il gioco sul 14-15. I ritmi di gara restano bassi ed il primo periodo si chiude sul 20-17.

Parte forte la De’Longhi in apertura di secondo quarto: due triple di Alviti portano i veneti sul 20-23. Cournooh sbaglia la tripla dal’angolo, Markovic cattura il rimbalzo e segna col fallo, riportando Bologna in parità (25-25). Il recupero di Weems con conseguente appoggio in contropiede fa infuriare Menetti, che ferma il gioco col primo timeout ospite della serata. Tra i bianconeri entra in partita anche Milos Teodosic, che in un amen sale a quota 7 personali, regalando alla Segafredo il +5 (35-29). Tanti errori da una parte e dall’altra, con gli uomini non di Djordjevic molto imprecisi in attacco: la tripla di Logan da metà campo allo scadere porta Treviso negli spogliatoi sul 40-46.

Gli ospiti aprono il quarto con la nona tripla di serata, ma la Virtus reagisce e piazza un parziale di 10-2, chiuso dalla tripla di Gaines: Venere avanti 52-51 a metà della terza frazione. Bologna aumenta il livello di intensità difensiva e, non a caso, ritrova anche maggiore fluidità in attacco: la seconda tripla di Gaines vale il +8 per i bolognesi (62-54). L’ex canturino non si ferma più e spara un’altra bomba,  portando la Segafredo sul +11. Si entra negli ultimi 10 minuti con i padroni di casa avanti 68-60.

La squadra di Menetti dimostra grande solidità e tenuta mentale, firmando un 5-0 che riduce il divario tra le squadre: l’appoggio di Uglietti fa imbestialire Djordjevic, che chiama subito timeout. Treviso non trova più soluzioni comode in attacco e anche David Logan sbaglia qualche conclusione di troppo. Una tripla di Weems dall’angolo ed una schiacciata di Gamble restituiscono a Bologna il +9 (82-73). La Segafredo si complica la vita più del dovuto nel finale, ma un ecupero fondamentale di Teodosic consente a Hunter di mettere il punto esclamativo sulla vittoria dei bolognesi, che vincono 84-79.

Tabellino Virtus: Gaines 20, Deri N.E., Pajola, Baldi Rossi, Markovic 10, Ricci 13, Cournooh 2, Hunter 6, Weems 9, Nikolic N.E., Teodosic 12, Gamble 12

Tabellino Treviso: Tessitori 10, Logan 16, Alviti 6, Nikolic, Parks 10, Imbrò, Chillo 7, Uglietti 8, Severino N.E. Fotu 13, Cooke 9

MVP Basketinside: Frank Gaines

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy