La Virtus schiaccia Cantù alla Segafredo Arena e fa 10 su 10 in campionato

La Virtus schiaccia Cantù alla Segafredo Arena e fa 10 su 10 in campionato

Dopo un primo tempo equilibrato, la Segafredo spacca la partita nel terzo quarto di gioco: ottima prova corale dei bianconeri, per Cantù altra serata da dimenticare.

di Francesco Strazzari

VIRTUS SEGAFREDO BOLOGNA – ACQUA S.BERNARDO CANTÙ 89-70 (21-21. 20-15, 28-13, 20-21)

La Virtus Bologna torna in campo dopo la sosta forzata, riprendendo da dove aveva lasciato e mantenendo l’imbattibilita stagionale in campionato.

Primo tempo di sostanziale equilibrio alla Segafredo Arena allestita nel padiglione fieristico di Bologna, con l’Acqua San Bernardo che parte bene, guidando per buona parte del quarto iniziale. Bologna reagisce soprattutto grazie alle giocate di Weems e Teodosic, oltre al solito positivo Gamble degli ultimi mesi. All’intervallo Virtus avanti di 5, anche in virtù delle troppe palle perse dai brianzoli (già 7 a meta gara). Pessime percentuali da oltre l’arco per entrambe le formazioni: 2/10 per le Vunere, 3/13 per gli ospiti. Il terzo periodo è senza storia e caratterizzato dalle giocate spettacolari del solito Milos Teodosic: la Virtus piazza un 17-3 di parziale nella seconda metà del quarto che chiude virtualmente i giochi.

L’ultimo periodo serve solo per fissare il risultato finale, con la Virtus che centra la decima vittoria consecutiva in campionato, allungando a +6 sulle inseguitrici ed inaugurando al meglio un delicato mese di dicembre. Per i lombardi quarta sconfitta consecutiva, che accentua ulteriormente le difficoltà della squadra di Pancotto. Alla Segafredo Arena finisce 89-70.

Quintetto Virtus: Markovic, Cournooh, Weems, Ricci, Gamble

Quintetto Cantù: Clark, Collins, La Torre, Burnell, Hayes

Il primo quarto di gioco è caratterizzato da tanti errori su ambo i lati del campo. Tra i bolognesi parte bene Cournooh, con 4 punti in fila che regalano il primo vantaggio ai suoi. Tra gli ospiti buono l’impatto di Hayes e Burnell, ma le 5 palle perse nei primi 10’ sono il motivo pricipale per cui la band i Pancotto non riesce a mantenere il vantaggio. Il canestro finale sulla sirena di Baldi Rossi fissa il punteggio sul 21-21.

Ancora Baldi Rossi protagonista, con la tripla del +3 Virtus che convince Pancotto al timeout. Bologna tocca anche il +5 (28-23), ma la tripla di Wilson accorcia subito il divario tra le squadre. Teodosic alza i ritmi offensivi della Segafredo ed in un amen gli uomini di Djordjevic si ritrovano sul +8 (34-26), massimo vantaggio di serata. Cantù reagisce e con l’appoggio di Hayes torna a -2, piazzando un 6-0 di break, chiuso dal canestro di Ricci (38-34). La Virtus va all’intervallo con 5 lunghezze di vantaggio, con Weems top scorer a quota 8 (41-36).

Nessuna delle due squadre riesce a prendere in mano la gara e la Virtus paga anche le basse percentuali dalla lunetta, restando comunque avanti di 6 (52-46) a 4’ dal termine. Cantù si addormenta per due azioni, Bologna non perdona: tripla di Teodosic, furto e appoggio in solitaria di Weems. Timeout di Pancotto e primo vantaggio in doppia cifra per i bianconeri (57-46). Altro furto difensivo, stavolta firmato da Teodosic: contropiede e assist magico per l’appoggio di Pajola, che fa saltare in piedi i circa 7000 dell’Arena. Rottura prolungata per Burnell e compagni, Teodosic invece continua ad illuminare il parquet e alza l’allley-pop che vale il +19 firmato da Hunter (67-48). Il terzo quarto si chiude sul 69-49.

Gli ultimi dieci minuti di gioco servono sostanzialmente solo a definire il punteggio finale e ad aggiustare le statistiche personali. Cantù prova una timida reazione, ma è ormai troppo tardi per riaprire i giochi. I brianzoli risalgono fino al -13, ma vengono immediatamente respinti indietro dalla tripla di Markovic (83-65). C’è spazio anche per i primi punti in serie A di Lorenzo Deri nel finale: Bologna supera Cantù 89-70.

Tabellino Virtus: Gaines 3, Deri 2, Pajola 5, Baldi Rossi 5, Markovic 10, Ricci 2, Cournooh 6, Hunter 13, Weems 15, Nikolic, Teodosic 15, Gamble 13

Tabellino Cantù: Young 11, Collins 6, Procida N.E., Clark 17, La Torre 3, Hayes 10, Wilson 11, Burnell 10, Baparape, Simioni, Rodriguez, Pecchia 2

BASKETINSIDE MVP: Milos Teodosic (15 punti, 11 assist e 25 di valutazione)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy