Lega Basket: tre idee per provare a salvare la stagione

Lega Basket: tre idee per provare a salvare la stagione

Tre interessanti ipotesi per poter portare a termine la stagione compromessa per effetto del coronavirus.

di La Redazione

Come riportato nell’edizione odierna de La Gazzetta dello Sport la nostra Serie A sta studiando delle soluzioni per provare a salvare la stagione.

Il tutto parte da una data chiave: il 16 Maggio, giorno entro il quale si spera si possano riprendere gli allenamenti. Se così  non fosse entro fine maggio la stagione sarebbe definitivamente cancellata. Queste sono le prime valutazioni emerse dalla riunione della Lega Basket di ieri in videoconferenza.

Ma veniamo alle tre ipotesi presentate, con la variabile della ripresa delle coppe che rischierebbe di intasare ulteriormente il campionato:

  • completare la regular season giocando ogni 2/3 giorni con playoff al meglio delle 3 e finale al meglio delle 5;
  • playoff con assegnazione scudetto con formato Final8;
  • maxi torneo a 16 squadre escludendo solo l’ultima.

La prima, quella del tutto ottimistica, prevederebbe ripresa allenamenti entro il 18 aprile giocando poi ogni tre giorni fino al 2 giugno per finire la regular season. Spazio poi ai playoff dal 4 giugno con eventuale gara 5 di Finale il 30 giugno. Questa ipotesi è realizzabile solo nel caso in cui le coppe non ripartissero.Nel caso in cui Eurolega ed EuroCup riprendessero, i playoff potrebbero essere giocati con la formula delle Final8 o con il formato tradizionale (molto dipenderà dal cammino delle italiane in Europa).

La seconda ipotesi invece vedrebbe riprendere il campionato il 17 maggio con completamento della regular season e assegnazione dello Scudetto solo con formato Final8 dal 25 al 28 giugno.

Nel caso si arrivasse all’ultima ipotesi i “mega playoff” inizierebbero con serie al meglio dell 3 gare il 31 Maggio per arrivare alle poi alle Final8 Scudetto dal 19 al 22 giugno. Per gli accoppiamenti si farebbe riferimento alla classifica alla fine del girone di andata.

I prossimi giorni saranno quindi decisivi per capire cosa si deciderà di fare, continuando anche a monitorare l’evoluzione delle competizioni europee.

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy